Wimbledon costa… il carcere: un detenuto evade dai domiciliari per vedere la finale, scattano le manette

AFP/LaPresse

Un uomo di Bergamo, ai domiciliari per una pena di quattro mesi, ha lasciato la propria abitazione per vedere in un bar il match tra Djokovic e Federer

La finale di Wimbledon tra Federer e Djokovic potrebbe costare carissima ad un uomo di Stezzano, in provincia di Bergamo, colpevole di essere evaso dagli arresti domiciliari per recarsi in un pub a vedere la partita tra lo svizzero e il serbo.

AFP/LaPresse

Costretto in casa per una pena di quattro mesi, l’appassionato di tennis ha deciso di sfidare la legge, inforcando la sua bicicletta e raggiungere il bar più vicino per non perdersi l’ultimo set della meravigliosa sfida dei Championships. La fortuna però non gli ha sorriso, visto che i carabinieri lo hanno beccato al suo rientro: “ho fatto una stupidaggine, lo so. Sono uscito per andare in un locale per vedere l’ultimo set. Proprio in quel momento hanno fatto il controllo in casa” le parole del detenuto nel processo per direttissima con il giudice Ciro Iacomino. Vedendolo rientrare in bici alle 20, le forze dell’ordine lo hanno ammanettato, conducendolo in carcere. Lunedì il giudice ha convalidato l’arresto, senza applicare ulteriori misure cautelari e trasmettendo gli atti al Tribunale di Sorveglianza di Brescia. Toccherà dunque a questi magistrati decidere se confermargli il beneficio dei domiciliari o mantenerlo in carcere: un rischio calcolato, ma per Djokovic-Federer questo e altro…

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Ernesto Branca (28919 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery