Pd: domani Zingaretti lancia riforma partito, tensioni su modifica Statuto/Adnkronos (2)

(AdnKronos) – Ma Zingaretti, a parte la divisione dei ruoli tra segretario e candidato premier, punta molto sul rendere lo Statuto dem il più possibile aperto a iscritti ed elettori coinvolgendo i simpatizzanti Pd in consultazioni anche in vista delle Costituente delle Idee dell’autunno. Un percorso aperto alla partecipazione, insomma.
Quanto alle minoranze, da Base Riformista l’atteggiamento sarà intanto quello di ascolto delle proposte del segretario. Spiega Lorenzo Guerini: “Ascolteremo la proposta di lavoro del segretario e ci confronteremo”. Base riformista dirà no alla separazione dei ruoli? “L’assemblea di domani, però, sul tema Statuto si limiterà a nominare la commissione. Poi eventuali modifiche dello Statuto si decideranno a dicembre nella prossima assemblea”.
Ma se la commissione Statuto metterà proprio la separazione dei ruoli tra le modifiche, quale sarà il vostro atteggiamento? “Sul punto la nostra posizione è chiara: riteniamo sbagliato per il partito la separazione dei ruoli ma se si dovesse andare in quella direzione lo Statuto dovrà prevedere comunque lo strumento delle primarie per indicare il candidato premier. Dopodiché -aggiunge Guerini- l’assemblea di domani mi sembra sarà più dedicata alla fase politica del Paese, e credo che i temi non manchino, e al percorso di preparazione della Costituente delle idee del prossimo autunno. Ascolteremo la proposta di lavoro del segretario e ci confronteremo. L’invito che facciamo -sottolinea- è che anche dentro il percorso programmatico si dia il profilo di un partito che ha l’ambizione di parlare a tutti gli italiani e che si confronti soprattutto sul futuro”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


FotoGallery