MotoGp – Papà Graziano e il ritiro di Valentino Rossi: “di Jarvis non gliene frega niente. Problemi Yamaha? Ammetto che…”

Costanza Benvenuti - LaPresse

Papà Graziano ha commentato le voci sul possibile ritiro del figlio Valentino Rossi: dalle parole di Jarvis ai problemi della Yamaha, ecco il parere del padre del ‘Dottore’

Nei giorni scorsi Lin Jarvis ha rilasciato dichiarazioni importanti sul futuro di Valentino Rossi. Il dirigente della Yamaha ha praticamente ‘pensionato’ il pilota di Tavullia, spiegando che il futuro della Yamaha non passa più attraverso il campione col numero 46. Il sostituto, stando ai suoi apprezzamenti, potrebbe essere Fabio Quartararo che, a differenza delle difficoltà avute da Valentino Rossi nelle ultime gare, risulta sempre fra i migliori in pista nonostante la giovane età. A proposito di età, per Valentino Rossi la carta d’identità recita 40 anni e, nonostante il talento e i trofei vinti in una carriera a dir poco leggendaria, davanti a sè ha ancora poche gare prima del ritiro.

AFP/LaPresse

Una buona notizia per i fan del ‘Dottore’ arriva però da papà Graziano che, intervistato dalla ‘Rosea’, ha glissato sulle parole di Jarvis ed ha allontanato l’ipotesi ritiro: “a Vale non gliene frega un accidente perché, come sempre, non legge niente di tutto quello che lo riguarda. E’ in gran forma fisica e questo non lo dico solo io, lo ripetono anche tutti quelli che gli sono vicini. E non è giù di morale. Magari è preoccupato, questo sì, perché indubbiamente ci sono stati dei problemi negli ultimi tempi. Ma non è demotivato: non lo è mai. Di solito quando è un po’ giù per qualche motivo non va più piano, è l’esatto contrario.

C’è stato un momento in cui Vale e la sua squadra sono rimasti senza direzione. Mi riferisco alla messa a punto di una moto che già di per sé è abbastanza complicata. Non è un mistero: tutti sanno che la Yamaha è la più lenta tra le moto attualmente in pista, sia in quanto a velocità di punta sia per accelerazione. E, quindi, la messa a punto è la chiave, per cercare di recuperare nel misto e nel guidato quel che si perde in rettilineo. Ecco, da un po’ di tempo in qua questo non è riuscito.

AFP/LaPresse

Nel suo team c’è stata una sbandata. Ma ora è tutto risolto. E non significa che ci saranno dei cambiamenti nel gruppo. Sono sicuro che già a Brno, il 4 agosto, Vale sarà al suo 80% e che dal GP successivo potrà ricominciare a lottare per il podio. Io condivido un po’ di preoccupazioni di Vale, ma anche il suo ottimismo. E soprattutto vorrei vederlo correre sempre…”.

Valuta questo articolo

Rating: 4.2/5. From 11 votes.
Please wait...
About Mirko Spadaro (16489 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery