MotoGp – L’ammissione di Miller, l’australiano svela: “potevo attaccare Petrucci e Dovi, ecco perchè non l’ho fatto”

Costanza Benvenuti - LaPresse

Jack Miller e la ‘ragionata’ decisione nella gara di ieri al Sachsenring: l’ammissione dell’australiano

E’ andato in scena ieri il Gp di Germania, ultimo appuntamento prima della pausa estiva: al Sachsenring Marquez ha trionfato per la decima volta , confermando il suo speciale rapporto con la pista tedesca e lasciandosi alle spalle Vinales e Crutchlow. Fuori dal podio le Ducati, con Petrucci, Dovizioso e Miller rispettivamente quarto, quinto e sesto.

Ottima gara dell’australiano del team Pramac, partito dalla quinta posizione: Miller è riuscito a portarsi ben presto in terza posizione, lottando con i migliori per la gara, ma sul finale è stato superato dai suo colleghi.  “Per essere onesto pensavo di poter fare meglio. Avevo il passo per attaccare le due Ducati ufficiali all’ultimo giro ma alla fine ho preferito non commettere errori e portare a casa punti importanti che permettono di andare in vacanza come primo Independent rider”, queste le parole dell’australiano

Valuta questo articolo

Rating: 3.7/5. From 3 votes.
Please wait...
About Rita Caridi (34142 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery