Mondiali Nuoto 2019 – La clamorosa protesta di Mack Horton: Sun Yang vince i 400 sl, lui non sale sul podio

AFP/LaPresse

Clamorosa protesta durante la premiazione dei 400 stile libero ai Mondiali di Nuoto 2019: Sun Yang vince, ma Marc Horton rifiuta di salire sul podio

Non ho tempo da perdere con chi bara“, si era espresso così Mack Horton alla vigilia della finale dei 400 stile libero dei Mondiali di Nuoto 2019. Il destinatario di questa pesante stoccata è stato, ovviamente, il cinese Sun Yang, squalificato tre mesi dalla federazione cinese per positività ad uno stimolante nel maggio 2014 e finito al centro di un’altra burrascosa polemica: secondo il Daily Telegraph, poco prima dei Mondiali, il nuotatore cinese avrebbe distrutto un campione del suo sangue prima di un controllo antidoping a sorpresa. Il caso verrà valutato dal Tas di Losanna dopo i Mondiali.

I 400 stile libero si sono conclusi proprio con la vittoria di Sun Yang e il secondo posto di Mack Horton che, arrabbiato per l’esito della gara contro un avversario, a suo dire non rispettoso delle regole, ha protestato evitando di salire sul secondo gradino del podio. Il terzo classificato, Gabriele Detti, ha provato a gettare acqua sul fuoco: “Sun ha vinto con merito. Se sta qui vuol dire che poteva partecipare a prescindere dalle chiacchiere che girano. Non l’avevo mai visto così da vicino in gara. Vuol dire che sono andato forte anch’io“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Mirko Spadaro (16489 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery