Mondiali Nuoto 2019 – La FINA non smette di stupire, Ceccon riammesso clamorosamente in semifinale nei 100 dorso

AFP/LaPresse

Dopo il pasticcio avvenuto questa mattina a causa della rottura dei blocchi di partenza, la FINA ha deciso di far disputare due semifinali da 9 atleti

Una giornata davvero inverosimile quella che stanno vivendo gli organizzatori del Mondiale di nuoto a Gwangju, in corso di svolgimento in Corea del Sud.

Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

La rottura dei blocchi di partenza nelle batterie dei 100 metri dorso hanno scombussolato l’intero programma, condizionando e non poco anche le prestazioni di Simone Sabbioni e, indirettamente, di Thomas Ceccon. Se il primo ha dovuto svolgere da solo la propria batteria ottenendo comunque la qualificazione, il secondo è stato eliminato un’ora dopo la sua prova, per via della ripetizione della gara concessa a Dylan Carter per il mal funzionamento del sistema di partenza del suo blocco. Il crono di quest’ultimo (54″03) ha estromesso dalla semifinale Ceccon per un solo secondo, un colpo durissimo mitigato solo dopo qualche ora. La FINA infatti ha deciso successivamente di riammettere sia l’italiano che l’ungherese Bohus, decidendo di disputare per la prima volta nella storia due semifinali da 9 atleti ciascuna.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Ernesto Branca (28846 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery