Mercato NBA – Chris Paul bloccato ai Thunder: ecco perché risulta difficile scambiarlo

LaPresse/REUTERS

Chris Paul bloccato ai Thunder dopo la trade con i Rockets: mega contratto e impossibilità di scambiare i free agent le catene che lo legano ad OKC

L’avventura di Chris Paul in maglia Thunder sembrava non dover proprio iniziare. OKC, in totale rebuilding dopo l’addio di Paul George, ha dato via Westbrook in cambio del playmaker dei Rockets, per poi scambiarlo nuovamente in cambio di asset con i quali costruire il proprio futuro. Di trade all’orizzonte però neanche l’ombra. Il mega contratto da 124.076.442 $ in 3 anni di Chris Paul rende complicata ogni tipo di operazione.

Senza contare che, come sottolineato da Bobby Marks di ESPN, il 40% dei contratti sono vincolati e non scambiabili prima del 15 dicembre (dunque i free agent appena acquisiti non posso essere scambiati); c’è solo una squadra (Atlanta) con 7 milioni di spazio salariale e solo i Warriors hanno una trade exception degna di nota con 17.2 milioni (ma con hard cap), mentre i Mavericks raggiungono gli 11.8 milioni. In queste condizioni Chris Paul sarà bloccato ad OKC per qualche mese, in attesa che da dicembre venga spedito verso una nuova franchigia.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Mirko Spadaro (16489 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery