Juventus, niente tournèe in Cina per Demiral: il passaporto non arriva, colpa dei cattivi rapporti con la Turchia

LaPresse/Filippo Rubin

Scontro politico fra Cina e Turchia sulla persecuzione degli uigiri: ne fa le spese il difensore Demiral che, senza passaporto, non potrà unirsi ai compagni nella tournèe cinese

Il nuovo acquisto della Juventus, Merih Demiral, giocherà soltanto la prima amichevole della tournèe asiatica dei bianconeri, quella a Singapore contro il Tottenham, ma poi sarà costretto a saltare le sfide in Cina contro Inter e Team K-League. Il difensore di origini turche infatti ha avuto problemi con il rilascio del passaporto a causa dei problemi politici fra Turchia e Cina.

Tra le due nazioni sono nate delle frizioni quando Ankara ha definito “una vergogna per l’umanità” la repressione cinese contro la minoranza turca degli uiguri. Secondo i turchi il governo di Pechino avrebbe internato più di un milione di uiguri ingiustamente, sottoponendoli a torture. Il portavoce della diplomazia turca ha dichiarato: “non è più un segreto che più di un milione di turchi uiguri, che sono esposti ad arresti arbitrari, siano sottoposti a torture e lavaggio del cervello politico nei centri di concentrazione e nelle carceri. Invitiamo le autorità cinesi a rispettare i diritti umani fondamentali dei turchi uiguri e a chiudere i campi di concentramento“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Mirko Spadaro (16489 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery