Formula 1 – Dalla concomitanza con Wimbledon alle affermazioni di Horner, Hamilton schietto a Silverstone: la risposta è pungente

lewis hamilton Photo4/LaPresse

Lewis Hamilton sincero in conferenza stampa a Silverstone: il britannico della Mercedes tra risposte pungenti e sorprese piacevoli

E’ iniziato il weekend di gara del Gp di Gran Bretagna: i piloti hanno partecipato oggi alla conferenza stampa del Gp di Silverstone, durante la quale, tra una risata e una battuta hanno risposto alle domande dei giornalisti, raccontando le sensazioni con le quali arrivano alla gara inglese.

lewis hamilton

photo4/Lapresse

La conferenza stampa non poteva che iniziare con un commento sull’avvenuto rinnovo del Gp di Silverstone per i prossimi 5 anni: “una sorpresa positiva, non una sorpresa, sapevo che sarebbe successo, visto che me ne avevano parlato. Il calendario di F1 non può esistere senza la casa del motorsport che è il Gp di Gran Bretagna, sono molto contento, è grandioso per il grande numero di fan che abbiamo qui, vedere che puntiamo a crescere è un gran segno per gli anni a venire“, ha esordito Lewis Hamilton.

LaPresse

Credo che sia la stessa sensazione che provano tutti i piloti che arrivano qi, è un privilegio essere qui, tra i pochissimi che sono piloti di f1, il punto più alto del motorsport, è il Gp di Gran Bretagna è quello più speciale dell’anno, soltanto per la magnitudine dell’evento, così tante persone che vengono ogni anno a vederci con così tante bandiere sugli spalti, sarà uno spettacolo straordinario..  c’è emozione, adrenalina, pressione, tutta la mia famiglia verrà a vedermi questo weekend  quindi è quel weekend della stagione nel quale c’è più pressione in assoluto. Io ho avuto un grande privilegio, quello di poter correre tante gare qui, alcune spettacolari, non so quante volte ho vinto qui ma sicuramente sono qui ancora per migliorare come team, l’ultima gara è stato un po’ difficile per me, speriamo che sarà una bella battaglia questo weekend“, ha aggiunto il britannico della Mercedes.

lewis hamilton

Photo4/LaPresse

Non poteva mancare un commento sul difficile weekend in Austria: “non direi che abbiamo una preoccupazione, non approcciamo mai al weekend con sensazioni negative, ma siamo consapevoli che sia Ferrari che Red Bull hanno fatto un grosso progresso, il passo che hanno mostrato nelle ultime gare è stato molto migliore rispetto a quello che è stato nelle gare precedenti, quindi ci aspettiamo che saremo molto più vicini, la ferrari già l’anno scorso è stata veloce qui, la Red Bull un po’ meno ma col nuovo motore credo che saranno molto più veloci, quindi si prospetta un weekend molto interessante“, ha spiegato.

Photo4/LaPresse

Ad Hamilton è stato chiesto poi un commento sulle recenti dichiarazioni di Horner, secondo il quale Verstappen sarebbe più forte di Hamilton a parità di mezzi messi a disposizione: “io non mi paragono a nessuno, non ho una risposta alle sue affermazioni, di tanto in tanto qualcuno ha bisogno di attirare l’attenzione, ma Max sta facendo un lavoro eccezionale, è molto bello vederlo in azione, nell’ultima gara è stato fantastico e sarà interessante vedere come andrà d’ora in avanti“.

Photo4/LaPresse

Domenica la gara di F1 sarà in contemporanea con la finale di Wimbledon, un vero dispiacere per Hamilton: “spero che nei prossimi anni si organizzino diversamente. Domenica la gente cambierà canale spesso visto che c’è la finale di Wimbledon, perchè non sa cosa guardare, io vengo qui per rendere il paese fiero, cercherò di fare la mia parte. Il 2024 sembra molto lontano, chissà se saremo ancora qui, se io non ci sarò, se dovessi smettere di gareggiare sicuramente sarò qui con un altro ruolo“.

LaPresse

Credo che la cosa importante al momento è che i piloti finalmente e per la prima volta da quando sono in questo sport siamo tutti uniti e siamo ascoltati dalla FIA, dobbiamo cercare di rimanere alla guida di questo processo anche per cercare di modificare le macchine rendendole ancora più fisiche, togliere il servosterzo non credo che sarebbe la chiave, si potrebbe ridurre, non potrà rendere una differenza così grande, ci sono tanti altri aspetti da esaminare, cercare di rendere le lotte più facilitate“, ha concluso.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Rita Caridi (34015 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery