Borsellino: fratello del giudice, ‘Pm Petralia umanamente meschino’ (4)

(AdnKronos) – E poi l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che “è stato il garante del silenzio sulla trattativa, colui che ha fatto distruggere quelle intercettazioni che avrebbe dovuto pretendere che tutti ascoltassero per fugare ogni dubbio sul fatto che potesse aver promesso impunità a un imputato”. Non cambia di molto, secondo Salvatore Borsellino, neanche la desecretazione delle audizioni del giudice decisa dalla commissione Antimafia. “Più che una desecretazione – dice – è rendere pubblici dei documenti che fino ad ora erano di difficile accessibilità. Non è quello che il ministro Bonafede aveva promesso proprio in via d’Amelio. Ogni tanto mi danno un pezzo di mio fratello ma non ce ne facciamo nulla: devono togliere i sigilli a tutti i vergognosi segreti di Stato ancora esistenti”.
Una strada ancora “lunga” quella per la verità ma che Salvatore Borsellino non intende smettere di percorrere. “Anche se so che è una cosa difficilissima – dice – continuerò a combattere fino all’ultimo perché la verità venga alla luce e non indietreggerò davanti a niente”. La sua “lotta per la giustizia”, a pochio giorni dal 27esimo anniversario della strage, continua da Palermo, dal 19 luglio, da via d’Amelio, dove, sottolinea facendo un riferimento alle ‘passerelle’ del 23 maggio, “si viene da semplici cittadini. Le istituzioni – conclude – se vengono in ginocchio a portare l’agenda rossa possono anche venire”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


FotoGallery