Sim Salah Bim, si compie la magia del Liverpool: l’egiziano e Origi regalano la sesta Champions League ai Reds

Alfredo Falcone/LaPresse

Gli acuti dell’egiziano e del belga permettono al Liverpool di battere il Tottenham e alzare al cielo la sesta Champions League della propria storia

A Kiev lo aveva promesso: “ci riproveremo l’anno prossimo”. Jurgen Klopp è stato di parola, il Liverpool è campione d’Europa per la sesta volta nella propria storia, vince una splendida Champions League battendo in finale il Tottenham.

Alfredo Falcone/LaPresse

Un gol per tempo bastano ai Reds per alzare al cielo di Madrid il trofeo, voluto e cercato con quella grinta che l’allenatore tedesco ha sempre trasmesso ai propri giocatori. Il rigore di Salah dopo due minuti per mettere in discesa il match, il sigillo di Origi nel finale per far calare il sipario sull’incontro: in mezzo le parate di un mostruoso Alisson che dimostra di valere gli 80 milioni spesi per strapparlo alla Roma. Prestazione perfetta in fase difensiva quella del Liverpool, Eriksen e Kane non impensieriscono Van Dijk e compagni, capaci di arginare senza problemi le offensive avversarie. In ombra anche Son e Lucas Moura, protagonista nel match con l’Ajax ma fuori dal gioco questa sera. Una serata magica per i Reds, che dopo quattordici anni tornano a vincere la Champions League, riscattando il ko subito solo un anno fa contro il Real Madrid, nella notte dei disastri di Karius. Oggi niente ha potuto rovinare il trionfo della squadra di Klopp che, se ancora ce ne fosse bisogno, ha dimostrato per l’ennesima volta tutto il proprio valore.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Ernesto Branca (28906 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery