Salvò centinaia di ebrei dalla deportazione nazista: Gino Bartali, il ciclista eroe celebrato fra le tracce della Maturità 2019

LaPresse Torino/Archivio storico

Gino Bartali, il ciclista eroe che salvò centinaia di ebrei dalla deportazione nazista, è stato inserito fra le tracce della Maturità 2019

Il 19 giugno è la data segnata con un circoletto rosso da gran parte degli studenti d’Italia: oggi inizia la Maturità 2019. La prima prova, come di consueto, è quella di italiano con svariate tracce sottoposte alla scelta degli studenti che, in base alle proprie preferenze, potranno approcciarsi all’analisi di un testo letterario, alla stesura di un testo argomentativo o alla riflessione su una tematica d’attualità.

LaPresse Torino/Archivio storico

Fra le due tracce presenti in quest’ultima tipologia, una mette a confronto lo sport e la storia attraverso la figura di Gino Bartali il ciclista eroe che salvò centinaia di ebrei dalla deportazione nazista. Oltre ad essere ricordato come uno dei più grandi ciclisti del panorama sportivo italiano e internazionale, la figura di Gino Bartali è riuscita infatti ad andare oltre la semplice etichetta di sportivo. Lo Yad Vashem, il memoriale israeliano delle vittime dell’Olocausto, celebra il campione nativo di Ponte a Ema definendolo ‘Giusto tra le nazioni‘, onorificenza che sottolinea l’eroismo di chi ha salvato la vita anche di un solo ebreo durante la Shoah.

Silvio Durante/Lapresse

Bartali giocò un ruolo chiave nel contrastare l’occupazione tedesca in Italia. Il mitico Gino fece parte di una rete di salvataggio, agendo come corriere e trasportando documenti importanti informazioni nascoste nella sua bicicletta. I suoi continui viaggi vennero ‘mascherati’ con la scusa degli allenamenti e passarono inosservati agli occhi dei nazisti che se lo avessero scoperto lo avrebbero condannato a morte certa. Eventualità che non fece indietreggiare di un passo l’animo di Bartali, sempre sicuro e battagliero, tanto sui pedali quanto contro le crudeltà della vita.

Il sottosegretario alla Presidenza dello Sport, Giancarlo Giorgetti, ha omaggiato la scelta del Miur: “per la prima volta nella storia Bartali entra negli esami di Maturità. Un segnale bellissimo, che personalmente mi emoziona moltissimo, perché allo sport viene riconosciuto il suo posto nella storia come valore fondamentale nella formazione culturale dei nostri ragazzi e di tutta la comunità”.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
About Mirko Spadaro (16489 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery