Olimpiadi invernali 2026, vince la candidatura Milano-Cortina: tutte le reazioni a caldo dei protagonisti

LaPresse/Fabio Ferrari

Milano-Cortina ospiterà le Olimpiadi Invernali del 2026, grande soddisfazione per la delegazione azzurra presente a Losanna

Milano-Cortina ce l’ha fatta, ospiterà le Olimpiadi Invernali del 2026. La festa può esplodere a Losanna (sede del CIO) e nell’Italia intera, riuscita a battere la concorrenza della Svezia. Una soddisfazione enorme per il presidente del CONI ma anche per tutti gli atleti, che potranno dunque gareggiare davanti al proprio pubblico.

Queste tutte le reazioni a caldo dopo l’annuncio di Bach:

Salvini: “vincono l’Italia, il futuro e lo sport: grazie a chi ci ha creduto fin da subito, soprattutto nei Comuni e nelle Regioni, e peccato per chi ha rinunciato. Ci saranno almeno cinque miliardi di valore aggiunto, 20 mila posti di lavoro, oltre a tante strade ed impianti sportivi nuovi: con le Olimpiadi invernali confermeremo al mondo le nostre eccellenze e le nostre capacità“.

Carfagna: “finalmente una bella notizia per gli italiani: una notizia che parla non solo di sport ma anche di investimenti, sviluppo, infrastrutture, turismo, occupazione. L’assegnazione delle Olimpiadi Invernali 2026 a Milano e Cortina dimostra il credito internazionale che l’Italia continua a riscuotere quando fa le cose sul serio e si applica sui dossier. Se avessimo agito allo stesso modo anche in altre circostanze, con meno cedimenti al “partito del No” che demonizza ogni occasione di crescita, avremmo un Paese più ricco, ogni giorno al lavoro per il suo futuro anziché impantanato in una decrescita infelice e piena di paure. La partita vincente di Milano e Cortina ci indica un modello di iniziativa e intervento diametralmente opposto a quello utilizzato nella polemica politica quotidiana: superamento delle divisioni in nome dell’interesse nazionale. E’ il modello che ci piace e il solo che possa rendere grande un Paese“.

Christillin: “è una meraviglia, una nuova candidatura vinta per l’Italia dopo 20 anni. Non ci avrei mai creduto. E’ troppo bello, mi viene da piangere“.

Fontana (Presidente Regione Lombardia): “sono emozionato e molto soddisfatto. Fin dall’inizio, tutti insiemi, ci abbiamo creduto, e questo è il premio alla caparbietà e alla professionalità di una squadra forte, tenace e preparata. Guardando alla Lombardia penso già ai grandi benefici che l’intera regione potrà avere da questo evento. Posti di lavoro, interventi infrastrutturali e sviluppo economico: tutti elementi che fanno parte del nostro dna e che, con le Olimpiadi, troveranno la massima espressione non solo a Milano e in Valtellina, ma su tutto il territorio regionale. Grazie ancora a tutti, abbiamo compiuto una grande impresa“.

Wierer: “ero molto tesa, sapevamo che avevamo delle buone possibilità, sono felicissima che siamo riusciti a conquistare questa Olimpiade con Milano-Cortina. E’ una grande occasione ed è da stimolo per i giovani, ora possiamo festeggiare“.

Kristian Ghedina: “è un’emozione grande, nemmeno quando ho vinto le mie più belle gare in pista avevo avuto questa emozione. Qui a Cortina la piazza si è riempita e quando hanno annunciato la vittoria di Milano-Cortina mi è venuto quasi da piangere“.

Moioli: “è una gioia immensa, nell’attesa della busta mi veniva da piangere. Abbiamo lavorato tanto e sono davvero felice. Segnatevi la data, io ci sarò. Penso di potere affermare, anome di tanti miei colleghi, la soddisfazione e l’emozione di potere aspirare, tra qualche anno, a vivere una Olimpiade a casa, in Italia e sulle stesse piste dove ogni anno torniamo ad esercitarci“.

Giuseppe Conte: “siamo orgogliosi di questo grande risultato! Ha vinto l’Italia: un intero Paese che ha lavorato unito e compatto con l’ambizione di realizzare e offrire al mondo un evento sportivo ‘memorabile‘”.

Goggia: “sono veramente contenta, ce la meritavamo tanto come Italia. E’ un progetto solido e sono orgogliosa di essere qui per dare mio piccolo contributo. Ora sogno Pechino, ma sapere che poi c’è Milano sarebbe un sogno. Anche se sette anni sono lunghi oggi giorno di festa per tutti gli italiani“.

Malagò: “ho aspettato oggi per dirlo, ma ora posso confermare che mi ricandido alla presidenza del Coni. Se avessimo perso è giusto che qualcuno mi sostituisse. Ma abbiamo fatto un lavoro formidabile e questa vittoria la dedico al Comitato olimpico italiano“.

Berlusconi: “come lombardo e come italiano, come uomo di sport e come leader politico sono molto felice dell’assegnazione a Milano e Cortina della Olimpiadi invernali. E’ un risultato che premia l’impegno e la determinazione delle due amministrazioni regionali di centro-destra che, insieme agli altri soggetti istituzionali, hanno fortemente voluto e dato impulso ad una scommessa che riguardava l’Italia nel suo insieme, sconfiggendo il disfattismo e lo scetticismo di chi non ha capito l’importanza della posta in gioco. Il nostro Paese sa dimostrare, nelle grandi sfide, capacità straordinarie, soprattutto quando è compatto nel perseguire un obiettivo. Sono certo che le Olimpiadi saranno una grande vetrina per l’Italia nel mondo e una grande occasione di crescita per le regioni interessate. Istituzioni e sistema delle imprese lavoreranno insieme per presentare al mondo il meglio dell’Italia“.

Meloni: “inizia il sogno italiano: a Milano-Cortina i giochi olimpici e paralimpici invernali del 2026. Complimenti a chi ha lavorato a una candidatura vincente e convincente, eco-sostebibile e dalle suggestioni uniche al mondo. L’auspicio di Fratelli d’Italia, che ha sempre sostenuto questo progetto, è che quelli del 2026 siano i giochi ‘made in Italy’: vetrina per il marchio italiano, per i nostri prodotti di qualità, per le piccole e medie imprese del territorio e un volano per il lavoro e per l’economia italiana, contro sprechi e speculazioni’‘.

Raggi: “Olimpiadi invernali del 2026 si faranno in Italia. Complimenti a tutti coloro che hanno lavorato per questo risultato. Congratulazioni ai colleghi sindaci Sala e Ghedina, buon lavoro“.

Di Maio: “i Giochi Olimpici e Paralimpici invernali del 2026 si terranno in Italia, a Milano e Cortina. Potremo vedere da vicino i nostri campioni, ammirare la fiaccola accesa. Lo sport è una cosa straordinaria. Ed oggi è una giornata importante, proprio perché ha vinto lo sport, la sua purezza e l’entusiasmo di un intero Paese, lontano da ogni logica di potere, lontano da ogni interesse. L’Italia saprà dare il meglio di sé e saprà vincere come fa ogni volta che gioca da squadra“.

Arianna Fontana: “siamo partiti convinti e questo ci ha dato una marcia in più. Se qualcuno non era dalla nostra parte lo abbiamo convinto con la presentazione odierna: eravamo nervosi fino all’ultimo, siamo tutti saltati per aria, una esplosione incredibile, emozioni difficili da rivivere. Se andrò avanti fino al 2026? Ora siamo concentrati su Pechino2022, poi vedremo se avrò ancora gambe e testa per continuare“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Ernesto Branca (28183 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.
Contact: Website


FotoGallery