Motori – Boom di auto elettriche? macché… A crescere è il mercato delle benzine tradizionali

benzina

Aumentano le stazioni di servizio classiche nonostante il boom di auto elettriche, ma è davvero rilevante il numero di veicoli a batteria venduti in questi anni?

Chiunque pensi che il mercato delle stazioni di servizio tradizionali sia già morto, dovrà ricredersi! Ad affermarlo è un noto quotidiano economico spagnolo, l’ “Expansion”, che ha fatto uno studio in riferimento ai dati rilasciati dall’Associazione degli operatori nel settore petrolchimico (AOP), che comprende le principali società petrolifere tra cui Repsol, Cepsa e Bp.

Secondo i dati raccolti il numero di stazioni di sevizio in Spagna nel 2018 si è attestato a 11,609, con una crescita che supera l’ 1% rispetto all’anno precedente. Questo dato  risulta essere la crescita più grande registrata nella storia dello stato spagnolo.

Ora la nostra considerazione è un altra, come è possibile questo importante aumento nella costruzione di nuove stazioni di benzina classiche? Come è spiegabile che il mercato continui ad incrementare se le auto proposte negli ultimi tre anni hanno tutte una versione ibrida, elettrica o a combustibili alternativi? Questo probabilmente è dovuto al fatto che, il tanto acclamato boom di auto elettriche registrato in questi ultimi anni, non sia un dato realmente eclatante. Facendo un esempio banale, se si considera ipoteticamente che nel 2017 siano state vendute 3 auto elettriche e nel 2018 ne siano state, sempre ipoteticamente, vendute 9, il dato statistico direbbe che le auto elettriche hanno avuto uno spaventoso incremento del 300% in un singolo anno, ma questo dato sarebbe insignificante se messo a confronto con le decine di milioni di auto con motore endodermico vendute nello stesso periodo.

Quindi, anche se il futuro sarà sicuramente elettrico, ancora siamo un po’ lontani dalla visione onirica dell’ “Emission Zero”.

Valuta questo articolo

3.0/5 da 4 voti.
Please wait...


FotoGallery