MotoGp – Petrucci e Dovizioso alleati? L’ammissione di Danilo: “ecco come andranno le cose”

Alessandro La Rocca - LaPresse

il Petrux  è  sempre più motivato dopo il primo posto del Mugello: le parole del Ternano della Ducati durante  la Conferenza stampa del Gp di Catalunya

Il Circus riparte… Petrucci, a meno di due settimane dalla sua prima emozionante vittoria nel Gran Premio d’Italia al Mugello, in sella alla sua Ducati ufficiale del team Mission Winnow,  attende con impazienza il l’inizio del settimo round del Campionato Mondiale MotoGP 2019 che si svolgerà al Montmelò in Catalogna. Oggi durante la conferenza stampa il Petrux ha dichiarato:

la festa post vittoria non è stata così pazza, avevo un po’ paura di me stesso, ma la mia fortuna è stata quella di dover dormire a casa di mia madre. Quindi sono dovuto rientrare a casa quantomeno in stato di coscienza, scherzi a parte è stato molto bello vincere al Mugello dopo un’ottima gara. Non ero al cento per cento, ma questo ha reso la vittoria ancora più speciale, le sensazioni dopo sono state quelle di riprovarci. L’emozione che ho provato una volta tagliato il traguardo è stata fantastica!  ho cominciato a pensare che voglio che quella gara non sia solo un caso isolato ma solo la prima di tante belle gare, alla fine le ultime gare abbiamo sempre lottato per il podio, e vogliamo continuare su questa falsa riga. Qui darò il massimo anche se sarà più difficile  lottare per il podio rispetto al Mugello. saremo cinque o sei piloti a lottare per la vittoria in ogni gara, quindi è sempre difficile arrivare sul podio“.

Successivamente Danilo parlando del suo compagno di squadra ha detto: “Andrea mi ha dato tantissimo aiuto nel corso dell’inverno, soprattutto mentale, voglio portare questo aiuto reciproco ad un livello più alto, per competere sempre in allenamento in pista così come a casa. Non ci sono ordini di scuderia, se avrò l’opportunità di vincere proverò a coglierla, ma posso aiutare meglio Andrea visto che ora, dopo la vittoria, sono più rilassato. Essere li a lottare per il podio sarebbe molto importante per la Ducati e per me“. “Stavo pensando questa mattina appena arrivato al circuito, che il Mugello è stato solo una settimana fa, ma a me sembra passato un mese e mezzo. Credo che nel profondo della mia mente ora so che posso vincere una gara! quindi il mio obbiettivo è essere competitivo, lottare per il podio ad ogni gara, il mio obiettivo è quello di concludere il campionato nelle prime 5 posizioni. Sono molto curioso di vedere se il fatto che io abbia vinto una gara, mi influenzerà o se influenzerà i miei rivali“.

Alla domanda posta dai giornalisti, con quale dei personaggi del passato vorresti confrontarti? il Petrux ha risposto in maniera arguta dicendo: “L’era delle 500 2tempi è sempre stata molto affascinate, ma se devo scegliere un pilota con cui mi sarebbe piaciuto confrontarmi sceglierei Libero Liberati. E’ stato il campione del mondo nel ‘57  e viene dalla mia città, Terni, lui è un eroe locale a Terni,  a me piacerebbe poter provare come erano le gare su strada di quei tempi, non capisco come fosse l’asfalto in quel periodo, ma se potessi scegliere, sceglierei di sfidare proprio lui“.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 3 votes.
Please wait...


FotoGallery