Formula 1 – La Mercedes inizia a ‘barcollare’? Wolff ammette: “a Montreal primi campanelli d’allarme, ecco cosa ci aspettiamo dalla Francia”

wolff photo4/Lapresse

Toto Wolff, i campanelli d’allarme di Montreal e la battaglia del Paul Ricard: le parole del team principal Mercedes alla vigilia del Gp di Francia

Un nuovo weekend di gara di Formula 1 è pronto a partire: domani i piloti saranno protagonisti del giovedì dedicato a fan stampa sul circuito di Paul Ricard, per poi concentrarsi da venerdì mattina sul lavoro da svolgere a bordo delle loro monoposto per le prove libere del Gp di Francia.

Wolff

photo4/Lapresse

Occhi puntati sulla Ferrari che vorrà sicuramente andare a caccia del riscatto dopo la delusione della gara di Montreal, ma anche sulla Mercedes che invece punterà a continuare ad ottenere importantissime vittorie. “Il Canada per noi è stato una sorta di campanello d’allarme dopo una sequenza di sei weekend di gara in cui non ci sono stati problemi, a Montreal ci siamo complicati la vita. Valtteri ha accusato un problema al sistema di alimentazione nella sessione FP1, mentre sulla vettura di Lewis abbiamo identificato una perdita idraulica domenica mattina. Siamo stati fortunati a scoprire questi problemi di affidabilità quando avevamo a disposizione il tempo necessario per risolverli, ma avrebbero potuto facilmente rovinare il nostro weekend. Non è stato così solo grazie alla grande abilità dei nostri meccanici”, ha affermato Toto Wolff in vista del nuovo round.

photo4/Lapresse

Ci aspettiamo un’altra dura battaglia in Francia, il circuito presenta alcune somiglianze con la pista canadese e i lunghi rettifili per noi rappresenteranno sempre una sfida considerando le caratteristiche della monoposto. Tuttavia, a differenza del Canada, le curve del Paul Ricard sono per lo più ad alta velocità, una caratteristica che dovrebbe giocare a nostro vantaggio. Attendiamo con impazienza il weekend di gara, in cui avremo la possibilità di rimettere alcune cose a posto. Una parte cruciale della forza confermata da questa squadra negli ultimi tre mesi è stata la sinergia tra i centri di Brackley e Brixworth, un gruppo di lavoro che ha raggiunto livelli molto alti. Ma dobbiamo fare in modo di confermare questo standard, molto ambizioso, anche nel Gran Premio di Francia”, ha continuato il team principal Mercedes.

wolff

Photo4/LaPresse

La scorsa settimana i dieci team di F1 hanno incontrato la FIA e la Formula 1. Abbiamo concordato di rinviare la presentazione dei regolamenti 2021 alla fine del mese di ottobre, concedendoci tutto il tempo necessario per raggiungere i nostri obiettivi condivisi. La Formula 1 è l’apice indiscusso degli sport motoristici; ogni fine settimana, milioni di fan in tutto il mondo condividono la nostra passione per le corse, e vogliamo sfruttare al meglio l’opportunità offerta dal cambio di regolamenti per rendere questo campionato ancora più esaltante per i fan, per rendere le gare più competitive e per far crescere lo sport a livello globale. Trovare il giusto compromesso tra le varie parti in causa non è e non sarà facile, ma ci accomuna la stessa passione per le corse, così come la nostra volontà di definire una serie di regole che permetteranno nel prossimo decennio alla Formula 1 di prosperare”, ha concluso.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Rita Caridi (33422 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015
Contact: Website


FotoGallery