Formula 1 – In Francia si parla solo della penalità di Vettel, Verstappen spiazza tutti: “ecco cosa penso”

photo4/Lapresse

Max Verstappen commenta la penalità inflitta a Vettel nel corso del Gp del Canada 2019: le parole dell’olandese della Red Bull

E’ tutto pronto al Paul Ricard per un nuovissimo appuntamento della stagione 2019 di Formula 1. I piloti hanno incontrato oggi la stampa e i tifosi in attesa di scendere in pista domani per le prime sessioni di prove libere del Gp di Francia 2019. Nonostante siano passate quasi due settimane, non si fa altro che parlare della penalizzazione di Vettel a Montreal.

photo4/Lapresse

Anche Max Verstappen ha voluto dire la sua, schierandosi in qualche modo dalla parte del tedesco della Ferrari: “in generale, se stai per assegnare una penalità, forse non dovresti farlo nel corso della gara. Questo rovinerebbe tutta l’eccitazione del momento. Pensate a quanto accaduto in Canada, con Lewis che stava per raggiungere e attaccare Vettel, combattendo per la vittoria. Riguardo la gara in Canada, Vettel è uscito di pista ma poi è riuscito a rientrare. Non ha fatto nulla, non ha bloccato Lewis di proposito. La penalità che gli hanno dato è sbagliata. Vettel ha fatto tutto il possibile per rientrare in modo sicuro. Era al comando, sapeva di avere Lewis alle spalle, a 1″5, dunque stava dando il massimo nel pilotare la sua vettura“, ha affermato l’olandese della Red Bull a Motorsport.

max verstappen

photo4/Lapresse

Verstappen si è poi però anche immedesimato in Hamilton: “se fossi stato Lewis, avrei utilizzato la radio accusando Vettel di avermi bloccato. Sai bene che è nelle regole e c’è una possibile penalità che può essere comminata al tuo avversario“.

verstappen

Photo4/LaPresse

Penso che i commissari capiscano cosa succede in pista, ma a volte non possono dare un altro tipo di sanzione, perché il regolamento ne prevede già una, dunque devono dare quella. A volte non vogliono, ma devono. Ho letto alcuni commenti che alcuni stewart hanno ricevuto, messaggi molto cattivi su Twitter e sono cose non giuste. Stanno cercando di fare il loro lavoro nel miglior modo possibile e non è giusto dire che abbiano fatto un cattivo lavoro. Penso però che sarebbe bello guardare il regolamento e parlare delle cose che possiamo cambiare“, ha concluso Verstappen.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Rita Caridi (33477 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015
Contact: Website


FotoGallery