Atletica – Sottile decolla ai Campionati Juniores: 2,30 nell’alto a Rieti

foto Colombo/FIDAL

Atletica: Stefano Sottile decolla ai Campionati italiani juniores e promesse: 2,30 nel salto in alto a Rieti

Stefano Sottile decolla nel salto in alto: super 2,30 ai Campionati Italiani Juniores e Promesse di Rieti e standard d’iscrizione per i Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre). Il 21enne piemontese delle Fiamme Azzurre, già campione del mondo allievi nel 2015 a Cali, mette le ali e aggiunge sei centimetri al primato personale, sfiorando il record italiano under 23 di Gianmarco Tamberi (2,31) e diventando il capolista europeo dell’anno in questa categoria a poco più di un mese dagli Europei di Gavle (11-14 luglio). Sottile si era già migliorato a 2,25, prima del 2,30 vincente e di tre tentativi senza successo a 2,32. Nella seconda giornata tricolore di Rieti cade anche un primato italiano: Giorgio Olivieri (Team Atletica Marche) lancia il martello in orbita e migliora di nuovo il record nazionale under 20 con la misura di 79,23 e aggiunge quasi due metri (180 centimetri) alla prestazione da primato realizzata sette giorni fa ad Halle, in Germania (77,43). Brilla nei 400 metri Rebecca Borga (Fiamme Gialle): l’azzurra che è stata riserva della 4×400 bronzo agli Euroindoor di Glasgow e terza alle World Relays di Yokohama avvicina il muro dei 53 secondi (53.15) e firma il terzo miglioramento stagionale, conquistando il titolo promesse. Al maschile, nei 400, successi per l’under 23 Brayan Lopez (Athletic Club 96 Alperia) con due decimi di primato personale (46.70) e per lo junior Edoardo Scotti (Carabinieri), il campione del mondo U20 della staffetta 4×400 (46.97). Belle sfide negli 800 metri: le portacolori delle Fiamme Azzurre Elena Bellò (2:03.10) ed Eloisa Coiro(2:05.12) si impongono rispettivamente tra le promesse e le junior, mentre al maschile la vittoria under 23 è per Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) con 1:47.90.

Negli ostacoli spicca il 13.71 (+1.4) della junior Alice Muraro (Atl. Vicentina), settima under 20 di sempre, e cresce anche l’altra junior Veronica Crida (Unione Giovane Biella) nel salto in lungo: 6,33 per il titolo e la nona posizione alltime. Da decatleta vero, Dario Dester (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) gareggia “in contemporanea” nel lungo e nei 110hs: tre salti, poi di corsa verso gli ostacoli per conquistare la finale, infine di nuovo in pedana per vincere con 7,48 (+0.9). Tutto facile per la vicecampionessa juniores del giavellotto Carolina Visca (56,25) e nei lanci under 23 fa doppietta Alessio Mannuccioggi il disco (53,19) dopo il peso di ieri. Nelle batterie dei 200 (domani le finali) si mette in evidenza Alessia Pavese (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) con 23.66 controvento (-0.7). Domattina dalle 9.15 terza e ultima giornata, sempre in diretta su atletica.tv: si assegnano gli ultimi 24 titoli italiani.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Rita Caridi (34114 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery