Atletica, Davide Re si gode il nuovo record: “ci speravo tanto, ma qui a Ginevra non ci ho pensato”

foto Ferraro/CONI

L’atleta italiano ha parlato dopo il record italiano ottenuto a Ginevra nei 400 metri ostacoli

Ci speravo tanto – le parole di Davide Re dopo il record italiano dei 400 metri con 45.01 a Ginevra – ed era nel mirino già dalla scorsa stagione. Ma oggi in realtà era la prima volta in cui non ci pensavo, da un anno a questa parte. E quando meno me l’aspettavo, è arrivato. Al traguardo ho provato tanto stupore, non ci credevo. Le prime due uscite sui 400 metri erano andate meno bene del previsto, dopo le buone sensazioni delle World Relays di Yokohama. Alla partenza qui mi sono detto che sarei già stato felice con un 45.30. In rettilineo ho spinto con tutto quello che avevo dentro ed è stata una piacevole sorpresa”.

“Non sono sceso sotto i 45 secondi – prosegue il 26enne ligure delle Fiamme Gialle – ma è quasi meglio così. Potrà essere questo l’obiettivo delle prossime gare. Ho tolto il primato a Matteo Galvan, con cui c’è un po’ di rivalità come è giusto che sia in uno sport individuale. Ma siamo amici e ho sempre avuto tanto rispetto per lui, un grande atleta, e questo dà ancora più significato al mio record. La dedica è per Chiara Milardi, che mi allena a Rieti ed è stata eccezionale a recuperarmi, dal punto di vista tecnico e mentale. Intanto mi godo questa giornata e potrei tornare in pista giovedì, al meeting di Ostrava”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Ernesto Branca (28101 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.
Contact: Website


FotoGallery