PSG, Nasser Al Khelaifi indagato per corruzione: i dettagli

Al Khelaifi AFP PHOTO / Philippe LOPEZ

Nasser Al Khelaifi, proprietario del Paris Saint German e BeIn Sports, è stato indagato per quanto concerne due pagamenti ‘anomali’

Il proprietario del Paris Saint German e BeIn Sports Nasser Al Khelaifi, nei giorni scorsi accostato alla As Roma come possibile futuro acquirente del club giallorosso, è stato indagato per ‘corruzione‘ riguardo alla candidatura di Doha per i campionati mondiali di atletica leggera del 2019 in programma dal 28 settembre al 6 ottobre. I magistrati finanziari indagano su due pagamenti per un totale di 3,5 milioni dollari, effettuati nell’autunno del 2011 dalla società Oryx Qatar Sports Investment, di proprietà di Nasser Al-Khelaïfi e suo fratello Khalid, a beneficio di una società di marketing sportivo guidata da Papa Massata Diack, figlio dell’ex presidente della Federazione internazionale di atletica leggera Lamine Diack. A quel tempo, Doha mirava a ospitare i Campionati del Mondo Iaaf 2017 di atletica leggera e le Olimpiadi del 2020. I giudici inquirenti cercano di determinare se, in cambio di questi pagamenti, Lamine Diack, presidente della Federazione internazionale di atletica leggera dal 1999 al 2015, abbia lavorato da un lato a rinviare le date di organizzazione di queste due competizioni. E d’altra parte, ottenere i voti dei membri della Iaaf al Qatar per i mondiali. (Stg/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Francesco Gregorace (9968 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 28 maggio del 1987, giornalista pubblicista dall'anno 2017


FotoGallery