MotoGp, Danilo Petrucci col fiato sul collo: “quando guidi una Ducati ufficiale vogliono che lotti per il podio”

AFP/LaPresse

Danilo Petrucci ha parlato della sua esperienza in Ducati che per adesso non decolla, la questione contratto continua a tenere banco

Danilo Petrucci in cerca di una sterzata per la sua stagione in MotoGp con la Ducati. Il pilota italiano sa bene che serve un cambio di rotta e lo cercherà sin dal Gp di Francia: “abbiamo analizzato i setup della moto, diversi aspetti mancati a Jerez e che potremmo utilizzare qui dove siamo stati veloci nella stagione scorsa. E’ bello confrontarsi con gli ingegneri, è bello questo aspetto della Ducati”.

Il Petrux è stato interpellato anche in merito alla questione rinnovo contrattuale: “questa non sarà una gara importante per il mio contratto, tutte le gare sono importanti per me. Ogni gara potrebbe essere la più bella, ma tutte sono importanti, dopo Austin mi son detto, in chiave contratto non scelgo io. Posso solo fare il massimo, prima non me la godevo, adesso penso solo a fare il massimo senza dannarmi l’anima. Vogliamo di più è chiaro, ma in questa fase penso solo a far bene. Sono quinto nel mondiale ma quelli davanti vanno forte, devo migliorare le qualifiche nelle quali non sto andando bene“.

Essendo la moto ufficiale è la miglior moto che la Ducati abbia mai prodotto, è una figata, solo che devo rispettare standard alti. La mia posizione non è comoda però a Jerez ho iniziato a godermela senza pensare troppo. Da quel momento sto andando meglio, buona gara in Spagna, quando sei con la Ducati ufficiale si aspettano che lotti per il podio“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery