Nuovo allenatore Juventus, l’indizio di Lippi: “io e Allegri simili. Appena finiranno Champions ed Europa League sapremo…”

massimiliano allegri LaPresse

A margine dell’Hall of Fame Figc a Firenze, Marcello Lippi ha commentato l’addio fra Massimiliano Allegri e la Juventus, indicando un allenatore in lotta per le competizioni europee come possibile sostituto

Con la separazione fra Juventus e Massimiliano Allegricredo che sia finito un ciclo, e poi per vari motivi che non conosco, perché non ho ancora parlato con Allegri, è stato deciso di non prolungare il rapporto. Non c’è niente da fantasticare“. Queste le parole di Marcello Lippi, ex ct azzurro e attuale direttore tecnico della nazionale cinese, a margine dell”Hall of fame’ a Firenze.

Ho sempre detto che ci sono tante similitudini fra me e Allegri: siamo arrivati a 46 anni in una grande squadra e tutti e due a 46 anni siamo arrivati allo scudetto. Ci lega la toscanità, il modo di stare in panchina, il modo di vedere il calcio, il cambiare il modo di giocare nella settimana ma anche durante la partita. Sono una persona che la pensa abbastanza come lui“. “Tutti si sono fatti la domanda, e anche io me la sono fatta” se la Juventus non sia già organizzata con un altro tecnico. “Però è anche vero che ci sono delle manifestazioni che non sono ancora terminate. Appena finiranno queste manifestazioni, se l’allenatore della Juve uscirà da una di queste, allora avremmo capito il perché“.

La stagione di Cristiano Ronaldo “la giudico buona, non in linea con quelle che ha fatto precedentemente, infatti ha segnato meno, ma soprattutto è uscito dalla Champions e le ultime tre le aveva vinte. Il calcio italiano è un po’ più difficile per gli attaccanti degli altri paesi d’Europa“, afferma l’allenatore campione del mondo 2006.

Veder smettere con il calcio Andrea Barzaglimi ha provocato tristezza il fatto che non ci sono più 2006 in attività. L’unico che è rimasto, anche se saltuariamente, sono io visto il contratto che mi lega con la Cina. Dispiace, però è la vita. Ci siamo abbracciati così tante volte che dispiace veder finire questi grandi calciatori. Uno credo che continuerà ancora è Buffon. Sono grandi uomini, hanno ottenuto grandi risultati, e anche per loro qualsiasi cosa faranno, vale la regola che la faranno sicuramente bene“, conclude Lippi. (Red-Xio/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Mirko Spadaro (15399 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery