Motori – Volkswagen, non solo Dieselgate: cosa fa realmente il gruppo tedesco per l’ambiente

volskwagen

Il Gruppo Volkswagen, in occasione della Giornata Internazionale della Biodiversità, ha attuato diversi iniziative tese alla conservazione della natura e alla protezione dei suoi abitanti

In occasione della Giornata Internazionale della Biodiversità, il Gruppo Volkswagen ha invitato tutti i Brand e gli stabilimenti a sostenere progetti di conservazione della natura e in particolare di protezione degli insetti, con il motto “La biodiversità come fondamento della vita”.

Come negli anni scorsi, l’impegno dei collaboratori e dei siti del Gruppo si orienta in modo deciso verso le peculiarità e le necessità locali, che includono misure per la protezione degli insetti – come la creazione e la cura di prati fioriti e hotel per insetti o il rimboschimento con piante autoctone – il monitoraggio dello sviluppo delle specie presso gli stabilimenti e programmi di educazione ambientale.

Fra i principali impegni di Volkswagen, la riforestazione del parco nazionale Iztaccíhuatl-Popocatépetl, in Messico, con specie autoctone e la collaborazione con il Dyer Island Conservation Trust, in Sudafrica, per la protezione di squali e pinguini.

Per esempio, nello stabilimento di produzione Audi di Münchsmünster 17 ettari sono stati convertiti in habitat seminaturali per animali e piante; altri 15 sono in fase di recupero nel parco tecnologico IN-Campus, una ex zona industriale abbandonata.

Volkswagen Financial Services è impegnata in modo particolare nella protezione e nel recupero di torbiere come depositi di carbonio e, dal 2012 al 2022, investe diversi milioni di Euro in oltre 19 aree di progetto in Germania, Polonia e nelle Repubbliche baltiche in collaborazione con l’Unione tedesca per la Conservazione della Natura e della Biodiversità (Naturschutzbund Deutschland, NABU).

Audi, Porsche, Volkswagen Veicoli Commerciali, MAN e Skoda hanno avviato campagne di rimboschimento su larga scala. Nell’ambito dell’iniziativa “Per ogni ŠKODA venduta in Repubblica Ceca”, tra il 2007 e il 2018 la Casa di Mladá Boleslav da sola ha fatto in modo che più di 820.000 alberi fossero piantati in oltre cento località.

Seat ha supportato la creazione di un orto botanico a Martorell, in Spagna. Nell’area dello stabilimento di Wolfsburg, Volkswagen Immobilien ha realizzato prati fioriti e siepi di rami secchi – habitat ideale per ricci, api e molte altre specie di insetti in pericolo.

I collaboratori del Gruppo Volkswagen danno slancio ai progetti in molti siti. Per esempio, a Emden hanno costruito hotel per insetti insieme ai bambini nei centri estivi. In India è stato installato un forum per la biodiversità per proteggere le farfalle, e a Chattanooga, negli Stati Uniti, i colleghi Volkswagen raccolgono semi di piante autoctone per farle riprodurre.

Il Gruppo Volkswagen è membro dell’iniziativa “Biodiversity in Good Company”, nell’ambito della quale varie aziende si sono riunite per la protezione e l’impiego sostenibile della biodiversità. Supporta anche la Convenzione sulla Diversità Biologica delle Nazioni Unite.

Con il proprio programma di decarbonizzazione, il Gruppo Volkswagen ridurrà l’impronta di carbonio della flotta di veicoli del 30% entro il 2025 e, in questo modo, sostiene il presupposto fondamentale per la biodiversità: un clima inalterato.

Valuta questo articolo

Rating: 3.5/5. From 2 votes.
Please wait...


FotoGallery