Il Milan ritrova la grinta e i big, Piatek e Suso stendono il Frosinone: la Champions è nelle mani di Atalanta… e Juventus

Spada/LaPresse

Piatek e Suso in gol, Donnarumma para un calcio di rigore: il Milan batte il Frosinone e aggancia l’Atalanta. I nerazzurri, di scena sul campo della Juventus, sono ancora padroni del proprio destino

Nella conferenza stampa della vigilia, Gennaro Gattuso aveva chiesto essenzialmente due cose: giocare con grinta e fare più punti possibili per ottenere l’accesso alla prossima Champions League. Se poi l’Europa non dovesse arrivare, nessun dramma, in quanto l’Atalanta, padrona del proprio destino a differenza dei rossoneri (sotto di 3 lunghezze) se lo sarà meritato.

Spada/LaPresse

Un’analisi lucida quella dell’allenatore rossonero, capace di recuperare un gruppo che fino a qualche giornata fa sembrava spacciato fra problemi di spogliatoio, crisi di gol e risultati e una Champions che sembrava ormai sfumata. Dalla sconfitta contro il Torino sono arrivate 3 vittorie per il Milan, l’ultima delle quali ottenuta quest’oggi contro il Frosinone già retrocesso. Partita tutt’altro che semplice, complice le solite difficoltà di un Milan che sembra ormai essersi arreso a trovare un gioco in grado di mettere nelle condizioni giuste il tridente di far gol e divertire, ma che punta tutto sulla grinta degli uomini e sulle giocate dei singoli.

Spada/LaPresse

Caratteristiche che nelle ultime 3 gare sembrano pagare. Quest’oggi il Milan ha anche ritrovato i 3 big più discussi in stagione, a causa di qualche prestazione altalenante: Piatek ha interrotto il digiuno di gol che durava dal 6 aprile; Suso ha chiuso la partita firmando il 2-0 con una splendida punizione; Donnarumma ha parato il rigore che avrebbe portato il Frosinone sullo 0-1, gettando in un incubo i 60.000 di San Siro. Rigore procurato da Ignazio Abate, all’ultima gara in rossonero, alla quale compagni e tifosi hanno perdonato l’errore.

Spada/LaPresse

Milan che non brilla, ma che resta solido e vincente. Bottino pieno nelle ultime 3 gare, 9 punti su 9 conquistati e Champions agganciata per qualche ora. L’Atalanta, di scena allo Juventus Stadium, è ancora padrona del proprio destino: in caso di arrivo a pari punti, sarà il Milan ad andare in Europa. I bergamaschi hanno bisogno di 4 punti fra Juventus e Sassuolo (in casa) per ottenere una pazzesca qualificazione. Comunque vada, sarà il verdetto sarà rimandato all’ultima giornata: la corsa Champions resta più aperta che mai.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...
About Mirko Spadaro (15530 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery