Milan, senti Andrè Silva: “io finto infortunato? Ecco la verità! E sul futuro in rossonero…”

Milan Andrè Silva LaPresse/Spada

L’avventura di Andrè Silva al Siviglia sembra destinata a concludersi in maniera poco positiva: tanti alti e bassi e le accuse di fingere un infortunio per non giocare. Il portoghese respinge le accuse e pensa al ritorno al Milan

Con una giornata al termine della Liga spagnola, l’avventura di Andrè Silva al Siviglia sembra essere destinata a concludersi in maniera tutt’altro che positiva. Dopo il grande impatto iniziale, il rendimento del portoghese è crollato sul lungo periodo, dimostrando ancora una volta i limiti e l’incostanza che i tifosi del Milan hanno osservato, loro malgrado, nella scorsa stagione in rossonero. L’attaccante ex Porto è finito poi al centro di una polemica riguardante un finto infortunio (a detta dell’allenatore Caparros) per il quale sarebbe fermo ai box pur potendo giocare.

andre silva

CRISTINA QUICLER / AFP

Intervistato da A Bola, Andrè Silva ha respinto le accuse: ovviamente non fingo di essere infortunato, ho la coscienza a posto. Certe insinuazioni mi rendono triste. Non tollero che mi venga puntato il dito contro e che si dica che non ho voglia di lavorare. Forse la situazione non è stata gestita nel migliore dei modi, avrei dovuto fermarmi a dicembre, ma il Siviglia ha avuto bisogno di me e volevo anche giocare. È un infortunio che può permettermi di giocare, con dolori e limiti, ma se voglio recuperare completamente devo fermarmi. Quando ha trattato, il dolore lo ha alleviato, ma poi si è di nuovo aggravato. Fino a quel momento non si era mai allenato, anche con dolori. Il mio concetto di professionalità richiede un’estrema dedizione al club, in questo caso per il Siviglia. Chi mi conosce sa che voglio sempre essere un vantaggio. Ho molto affetto per i tifosi del Siviglia. Se hai un infortunio, è fastidioso, insinuazioni su questo genere di cose danno fastidio. Nessuno può accusarmi di mancanza di professionalità, sono un po’ triste perché mettono in discussione i valori a cui tengo molto.  Se in qualsiasi momento avessi pensato esclusivamente a me stesso, non avrei potuto fermarmi tutto questo tempo, perché avrei risolto il problema qualche mese fa. Non mi pento di aver scelto Siviglia. Mi piace la città, il club, mi sento bene qui, sono queste nuove esperienze che mi fanno crescere. Il mio futuro? Sono un giocatore del Milan”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Mirko Spadaro (16027 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016
Contact: Website


FotoGallery