Google regala 20.000 Home Mini ai tifosi di Warriors-Blazers: il motivo è un’incredibile strategia di marketing

curry LaPresse/XinHua

Google ha regalato ai tifosi di Warriors-Blazers un Home Mini in omaggio: il motivo è da ricercarsi in una particolare strategia di marketing

Stephen CurryDamian Lillard: la sorpresa più grande avuta dai tifosi della finale della Western Conference fra Warriors e Blazers l’ha fatta… Google! In occasione della sfida del 14 maggio infatti, il gigante americano ha fatto trovare ad ogni spettatore un Google Home Mini in omaggio sul proprio seggiolino. Nessun costo extra, nessuna fregatura: tutto gratuito, per i tifosi almeno, visto che Google per regalare un Home Mini ai 19.596 spettatori presenti, ha speso circa 1 milione di dollari (se prendiamo in considerazione il prezzo pieno del prodotto). Inoltre, chiunque attiverà il suo dispositivo potrà essere sorteggiato per vincere nuovi biglietti per vedere gli Warriors. Un incentivo in più a far fruttare l’investimento. Il motivo di tale regalo è presto detto. Google sta cercando di fidelizzare i propri clienti e di ridurre il gap con Amazon nella vendita dei rispettivi smart speaker, strumenti essenziali per le ricerche online, capaci di fornire dati sulle preferenze degli utenti e le pubblicità.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Mirko Spadaro (15530 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery