Golf, Eurotour – Benjamin Herbert prende il largo ad un giro dal termine del Volvo China Open

LaPresse/PA

Benjamin Herbert al comando del Volvo China Open: il francese precede di tre colpi Mikko Korhonen e Jorge Campillo. Perde terreno Ashun Wu

Il francese Benjamin Hebert, leader con 199 (67 68 64, -17) colpi, ha preso il largo a un giro dal termine del Volvo China Open (European Tour), dove Guido Milgiozzi è 52° con 212 (73 68 71, -4).

Sul tracciato del Tradition at Wolong Valley (par 72) a Chengdu in Cina, il 32enne di Brive prova a conquistare il primo successo sul circuito, dopo sei sul Challenge Tour, partendo per il giro finale con tre colpi di margine sul finlandese Mikko Korhonen e sullo spagnolo Jorge Campillo (202, -14), reduce dal successo nel Trophée Hassan II. Ha ancora chances di imporsi per la seconda volta nell’evento il cinese Ashun Wu, a segno nel 2015, pur se scivolato dalla prima alla quarta piazza (203, -13), può sperare anche il transalpino Victor Dubuisson, quinto con 204 (-12), mentre è fuori gioco l’altro cinese molto atteso dai fans di casa, Haotong Li, ottavo con 206 (-10), malgrado il recupero di 24 posizioni. Difesa mancata del titolo per lo svedese Alexander Bjork, 30° con 209 (-7).

Benjamin Hebert ha realizzato un 64 (-8), miglior score di giornata, con un eagle, sette birdie e un bogey. Guido Migliozzi ha girato in 71 (-1) colpi con quattro birdie e tre bogey. Sono usciti al taglio Renato Paratore, 70° con 143 (74 69, -1) e Andrea Pavan, 84° con 144 (72 72, par), e si è ritirato nel primo turno Nino Bertasio. Il montepremi è di 20.000.000 di renmimbi. (circa 2.660.000 euro)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery