Giro d’Italia – Roglic sincero dopo la 12ª tappa: “se ho corso in maniera furba? Ecco la verità”

nibali roglic LaPresse

Le sensazioni di Primoz Roglic dopo la prima vera salita del Giro d’Italia 2019: lo sloveno sereno e per nulla preoccupato

E’ un Roglic sulla ‘difensiva’ quello mostratosi ieri alla stampa dopo la 12ª tappa del Giro d’Italia: i ciclisti hanno affrontato ieri il primo Gpm di prima categoria dell’edizione 102 della Corsa Rosa, ma tra i big non c’è stato troppo movimento.

Nibali non ha risparmiato una frecciatina a Roglic, dopo il largo margine lasciato ai fuggitivi, ma lo sloveno non sembra particolarmente infastidito e preoccupato: “il Montoso è stata la prima vera salita che abbiamo affrontato, in verità non mi sentivo molto bene, non avevo grandi sensazioni però alla fine sono stato capace di stare con i rivali, quindi bene così. I secondi che hanno guadagnato Lopez e Landa non sono un problema. Se ho corso in maniera furba? No, come vi ho detto non ero in gran giornata e non potevo certo attaccare. Neppure il fatto di restare isolato mi ha creato preoccupazioni, credo che i miei compagni stiano andando bene“, queste le parole del ciclista della Jumbo Visma alla ‘rosea’.

Valuta questo articolo

Rating: 3.0/5. From 2 votes.
Please wait...
About Rita Caridi (34142 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery