Giro d’Italia – Il bilancio della Nippo Vini Fantini Faizanè dopo nove tappe: tutti i numeri del team italiano

Damiano Cima il “re” dei traguardi volanti, Sho Hatsuyama il corridore con più km in solitaria davanti al gruppo: i numeri di un avvio di Giro d’Italia corso all’attacco

Sono circa 1.000 i km di fuga corsi dal team all’attacco, in fuga davanti al gruppo, collezionati da 4 corridori #OrangeBlue in 6 delle 7 tappe in linea corse sino ad oggi al Giro d’Italia. Azioni che hanno permesso al team una grande visibilità mediatica e numerose ore di diretta televisiva nazionale ed internazionale.

Damiano Cima, bresciano classe 1993, è tra i protagonisti della strategia d’attacco degli #OrangeBlue. Con 564 km corsi davanti al gruppo è il secondo corridore in assoluto ad aver collezionato più km di fuga ed è il leader della classifica dei traguardi volanti che sarà premiata a Verona al termine dell’ultima tappa. Con lui altri 3 compagni si sono lanciati in azioni importanti per il team. La più famosa quella di Sho Hatsuyama, che ha percorso 144 km da solo in testa al gruppo. In azione in questo Giro anche Nicola Bagioli e Ivan Santaromita. A caccia del bottino grosso sono andati Marco Canola, 8° nella tappa 8 e Giovanni Lonardi 9° nella tappa 5 che hanno collezionato ad oggi le due top10 del team.

LE DICHIARAZIONI.

Il commento di Francesco Pelosi, General Manager del team“Il bilancio della prima settimana di Giro d’Italia per il team è positivo. Abbiamo reagito alle difficoltà della prima tappa e superato i tanti infortuni patiti a ridosso del Giro che hanno causato alcune defezioni e alcuni ritardi di condizione di alcuni nostri atleti. A questi abbiamo sopperito con una corsa d’attacco che ci consentisse di essere presenti in 6 delle 7 azioni realizzate in questo Giro, collezionando quasi 1.000 km di fuga davanti al gruppo in una settimana. La fuga di Sho ha avuto grande rilevanza per i Giapponesi e per tutto il Giappone. Damiano Cima con ben 564 km di fuga è il leader dei traguardi volanti ma tutti i ragazzi hanno corso bene collezionando anche 2 top10 di tappa con il nostro leader Marco Canola e con Giovanni Lonardi giovane talento da seguire e ora, superate le difficoltà fisiche siamo pronti ad affrontare al meglio delle nostre possibilità le prossime due settimane della Corsa Rosa, del più importante appuntamento della nostra stagione. Siamo infine felici e orgogliosi di avere avuto come ospiti di rilievo manager di importanti aziende nipponiche e continueremo ad averne anche nel proseguo di questo Giro”.

Valentino SciottiCEO di Farnese Vini e del brand Vini Fantini si dichiara felice: “Sono molto felice e soddisfatto della strategia e condotta di gara del team, dei ds e dei corridori in questo avvio di Giro d’Italia. Grazie alle tante azioni d’attacco dei corridori, culminate nell’azione solitaria di Sho Hatsuyama, abbiamo collezionato tantissime ore di diretta televisiva nazionale e internazionale in uno degli eventi nazional popolari italiani e uno degli eventi sportivi più seguiti al mondo. Certo per il team l’obiettivo rimane massimizzare con un risultato sportivo, ma come sponsor non posso che essere felice, perchè ritengo che il nostro brand e la maglia del team abbiano avuto una incredibile, se non addirittura la più rilevante, visibilità mediatica in questa prima parte della Corsa Rosa. Ne ho avuto riscontro in ogni ambito.”

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Ernesto Branca (27411 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery