Vela – GC32: Oman Air conquista la Villasimius Cup, Alinghi e Ineo completano il podio

Sailing Energy

I nove punti di vantaggio che gli hanno consentito di portare a casa la vittoria non dicono quando serrata sia stata la lotta

Oman Air supported by EFG Private Bank Monaco ha conquistato la GC32 Villasimius Cup, primo evento del GC32 Racing Tour, ma i nove punti di vantaggio che gli hanno consentito di portare a casa la vittoria non dicono quando serrata sia stata la lotta. Oggi il team omanita ha indubbiamente accumulato il numero minore di punti, ma i suoi più diretti inseguitori, gli svizzeri di Alinghi e i britannici di  INEOS Rebels UK, erano solo a uno e due punti di distanza rispettivamente. Una citazione che avrebbe potuto avere un finale diverso, se i due non fossero incappati in un OCS (partenza anticipata) nella prova conclusiva, ponendoli rispettivamente al settimo e ottavo posto.

“Abbiamo regatato molto bene oggi, e ci siamo portati a meno quattro da Oman Air, prima dell’ultima prova.” Ha spiegato il francese Nicolas Charbonnier, medaglia di bronzo olimpica e quattro volte campione del mondo nei 470 e ora tattico e randista di Alinghi.

La giornata è stata caratterizzata da un cielo plumbeo e una pioggia torrenziale, accompagnati da un vento da nord molto rafficato, proveniente dalle alte montagne della Sardegna meridionale, che in una prova è passato dai 9 ai 23 nodi di intensità. E tuttavia, è stata una giornata piena di adrenalina e azione, grazie anche alle partenze al lasco.

INEOS Rebels UK guidato dal campione britannico  Ben Ainslie è partito forte, in un clima più inglese che sardo, sorpassando poi Argo dell’americano Jason Carroll, e concludendo davanti ad Alinghi e Oman Air, anticipando quello che sarebbe stato il leitmotiv del giorno.

“E’ stata una giornata strana, abbiamo fatto un sacco di cambi di vele, era difficile scegliere quella giusta.” Ha spiegato  il campione di Finn Giles Scott, tattico e randista di INEOS Rebels UK.

INEOS Rebels UK è incappato in partenze anticipate nelle ultime due regate, ma nella penultima, quando anche Red Bull Sailing Team è stato penalizzato, entrambi i team sono stati in grado di recuperare, finendo terzi e secondi. “Peccato non aver finito con una nota positiva.“ Ha detto ancora Giles Scott. “Perchè per il resto siamo felici di come abbiamo navigato. E’ stata una bella lotta, con team moto forti. Abbiamo fatto la scelta giusta, a fare questo circuito.”

Nella seconda prova di giornata INEOS è stato al comando per il primo giro, salvo essere sorpassato da Alinghi, con gli americani di Argo finiti terzi. Alinghi ha vinto anche la regata successiva, vincendo la partenza e rimanendo in testa per tutto il percorso. “Non è stato affatto facile, ma tutti abbiamo avuto gli stessi problemi.” Ha detto ancora Nicolas Charbonnier. “Ci siamo divertiti, ma dobbiamo ancora mettere a posto qualche dettaglio.”

Dopo una bella partenza della GC32 Villasimius Cup, il francese Franck Cammas su NORAUTO è incappato in una giornata da dimenticare sabato e una così, così domenica, alternando vittorie nella terza e nell’ultima prova a risultati opachi.

Cammas ha commentato la settimana dicendo: “Abbiamo fatto qualche bella regata, il che significa che siamo veloci e manovriamo bene abbastanza da vincere, ma non siamo abbastanza continui. Dobbiamo migliorare alcuni dettagli ed evitare di fare errori. Oggi siamo partiti bene due volte, e in quelle prove abbiamo fatto bene. Le partenze di bolina sono abbastanza buone, ma possiamo fare molto meglio nelle partenze al lasco”. 

Il neozelandese Adam Minoprio è tornato a terra bagnato e un po’ tremante, ma anche molto felice. In passato ha vinto diversi eventi del GC32 Racing Tour, a partire da primo sul lago Traunsee nel 2013, oltre ad altri come quelli che hanno contribuito a dare la vittoria a NORAUTO nel 2016, ma questo è stato il suo primo evento al timone di Oman Air. “Siamo molto felici, siamo riusciti a battere team molto forti, che hanno navigato insieme a lungo. Siamo stati continui e non abbiamo mai smesso di spingere.” Ha detto il velista kiwi.

Delle regate di oggi Minoprio ha detto: “E’ stato un’altro giorno difficile, speravamo che il vento si stabilizzasse, ma le nuvole e la pioggia provocavano raffiche e salti sul campo. Abbiamo fatto un sacco di cambi di vele, a causa di salti anche di 60°.”

Quello di Villasimius è stato il primo evento del GC32 Racing Tour a cui ha preso parte lo svizzero Black Star Sailing Team.Malgrado aver concluso in fondo alla classifica, l’armatore Christian Zuerrer she detto di essersi divertito moltissimo: “Abbiamo imparato tanto, ci siamo uniti come tea. Siamo stati in grado di lottare con i team forti e dunque siamo felici. Un po’ di delusione per il risultato ci sta, ma è stata una bella regata.”

Il francese Erik Maris su Zoulou ha avuto una settimana di risultati alternanti, ma è comune riuscito a chiudere con quattro punti di vantaggio su Argo di Jason Carroll, aggiudicandosi la vittoria nella classifica owner-driver della GC32 Villasimius Cup.

Tutti gli equipaggi si sono ritrovati per la cerimonia di premiazione, condotta da Christian Scherrer, manager della classe GC32. ”Voglio ringraziare moltissimo gli amici di Villasimius per l’organizzazione di questa prima tappa del GC32 Racing Tour 2019. Un grazie particolare ai nostri partner, il Comune di Villasimius, l’Area Marina Protetta di Capo Carbonara, la Marina di Villasimius e la Lega Navale, a Mirco Babini per l’organizzazione generale, e a tutti i volontari locali.” Ha dichiarato.

I team si ritroveranno per il mondiale GC32, che è in programma a Lagos, in Portogallo, dal 26 al 30 giugno prossimi.

La GC32 Villasimius Cup è stata possibile grazie al supporto del Comune di Villasimius, della Regione Sardegna, dell’Area Marina Protetta Capo Carbonara, del Consorzio Turistico Villasimius e della Lega Navale Italiana Sezione Villasimius.

I partner del GC32 Racing Tour sono Marinepool, WIP Forward e GAC Pindar.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Ernesto Branca (27354 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery