Formula 1 – L’analisi di Binotto dopo Montecarlo: “bravo Vettel, sfortunato Leclerc. Favoriti in Canada? No, Mercedes davanti”

mattia binotto f1 gp cina photo4/Lapresse

Mattia Binotto analizza la gara di Montecarlo: buona prova di Vettel, Leclerc ha pagato l’errore delle qualifiche. Il team principal della Ferrari ha poi rivolto il pensiero al Canada: “non siamo favoriti”

La gara di Montecarlo regala un sorriso a metà alla Ferrari. Se da una parte Vettel è stato favorito dalla penalizzazione di Verstappen guadagnado la seconda posizione sul podio superando anche Bottas, dall’altra Charles Leclerc è stato costretto a ritirarsi a causa di un sorpasso troppo avventato nel tentativo di rimontare dalla 15ª posizione.

Lapresse/Photo4

Intervistato nel post gara, il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha analizzato le gare dei suoi due piloti, volgendo poi il pensiero alla gara del Canada: “Vettel? Partire 4° e arrivare 2° è un buon risultato in una pista come Monaco nella quale è difficilissimo superare. Credo abbia tenuto un buon ritmo tutta la gara, ha gestito bene le gomme. Come squadra abbiamo scelto le gomme giuste durante i pit stop, questa volta non siamo stati noi a commettere errori. Il secondo posto è un buon risultato. Charles invece è partito forte, sapeva di dover rimontare. La sua gara è stata pregiudicata dalla qualifica di ieri. Quando si è aggressivi si rischia, ha fatto qualche bel sorpasso, l’ultimo era forse di troppo in quel momento, ma l’attitudine era quella giusta.

Andrej ISAKOVIC / AFP

Meglio avere una macchina seconda o Leclerc 10° e Vettel 4? Non sono così veloce a fare la somma dei punti sul momento, le due gare vanno separate, non è giusto fare questo tipo di logica. Gomme? Dire che la Mercedes ha sbagliato non è giusto, perchè hanno vinto. Però credo che se ci si fermi così presto, il presupposto è che la gara diventa lunga e forse in una pista come questa, in cui è difficile superare, è più importante pensare alla distanza, all’usura delle gomme, le dure davano più garanzie.

vettel leclerc f1 ferrari

LaPresse

Per Sebastian è un risultato importante per mantenere la classifica, il campionato è ancora lunghissimo. La pista in Canada ha una tipologia diversa rispetto a Barcellona e da Montecarlo. Bisogna affrontare una gara dopo l’altra. Per Charles è una delusione. Ha fatto bene dal suo punto di vista, ha fatto bene in Fp3, avrebbe potuto fare una buona qualifica. Oggi ha dimostrato di essere aggressivo, di non mollare mai e non arrendersi. Ci riproveremo nelle prossime gare.

lewis hamilton

photo4/Lapresse

Se c’è un misto di media-alta velocità con bassa velocità soffriamo in una delle due. Analizzeremo adesso il Canada ci prepareremo al meglio, svilupperemo la vettura nelle prossime settimane. A Maranello si sta lavorando, vedremo i risultati e cercheremo di vedere il miglior piano per la stagione. Dire che saremo i favoriti in Canada è un errore. I favoriti sono quelli che stanno davanti in qualifica e in gara. Favorita ancora la Mercedes, poi magari si adatterà meglio il nostro pacchetto e noi ce la giocheremo.

leclerc

photo4/Lapresse

Se mi piacciono i piloti aggressivi come Verstappen e Leclerc? Da tifoso sì. Come team principal va gestita la crescita. Se uno guarda Verstappen vede un pilota migliorato: alla prima stagione in F1 qualche errore lo ha commesso. Charles ha il potenziale per migliorare e maturare ancora più in fretta“.

Valuta questo articolo

Rating: 4.0/5. From 1 vote.
Please wait...
About Mirko Spadaro (16489 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery