Formula 1, l’emozione di Leclerc: “quando ero piccolo guardavo il Gp di Monaco dal balcone”

Photo4/LaPresse

Emozione e brividi per Charles Leclerc, che si prepara a vivere il suo primo Gran Premio di casa con la tuta Ferrari addosso

Da piccolo guardava le monoposto dal balcone e sognava un giorno di guidarle, provando le emozioni di correre tra le stradine strette del Principato di Monaco. Quel giorno è arrivato, anzi quest’anno Leclerc gareggerà davanti ai propri connazionali al volante di una Ferrari.

leclerc

Photo4/LaPresse

Un sogno finalmente avveratosi, che lo spingerà a dare il massimo: “questo è il mio primo GP di casa da pilota Ferrari e sarà di certo un fine settimana particolare” le parole del monegasco al sito ufficiale del Cavallino. “Mi ricordo quando da bambino ero solito passare il pomeriggio da un amico che aveva un appartamento la cui terrazza si affacciava proprio sulla curva di Ste. Devote. Noi giocavamo con le macchinine e sotto passavano le monoposto vere. Mi sono sempre detto che sarebbe stato bellissimo, un giorno, poter essere protagonista di questa gara. Ebbene, quel giorno è arrivato e quest’anno il fatto di essere in gara qui con la Ferrari, mi permette di parlare a buon diritto di sogno avverato. Per fare bene a Montecarlo serve tutto, dal coraggio alla bravura, dalla fortuna alla vettura competitiva. Speriamo di poter fare bella figura davanti alla mia gente. Io di certo darò il massimo. La morte di Lauda? La notizia della scomparsa di Niki Lauda è stata uno choc per me e per tutti. Ogni volta che ci incontravamo nel paddock era sempre gentile e disponibile. È stato un grande campione e la sua personalità mancherà al nostro sport“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Ernesto Branca (27555 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery