Ciclismo – Inchiesta Ardelass, la Bahrain Merida prende provvedimenti dopo il nuovo scandalo doping: “sospesi Koren e Bozic”

Foto di Luca Bettini

La Bahrain Merida prende subito provvedimenti: sospesi temporaneamente Koren e Bozic a causa del loro coinvolgimento nel nuovo scandalo doping emerso dall’inchiesta Ardelass

A poche ore dalla partenza dell quinta tappa del Giro d’Italia, l’inchiesta Aderlass ha costretto l’UCI a sospendere diversi ciclisti, accusati di essere coinvolti in uno scandalo di trasfusioni di sangue. Tra i corridori coinvolti spicca il nome di Koren, gregario di Nibali alla 102ª edizione della Corsa Rosa. Ma la Bahrain Merida è stata particolarmente colpita da questa inchiesta, che vede coinvolto anche il ds Bozic.

Il team di Nibali ha dunque diramato oggi un comunicato stampa ufficiale, col quale comunica la sospensione provvisoria di Koren e Bozic: “oggi l’UCI ci ha notificato la potenziale violazione delle regole antidoping dei due membri del nostro team, il ciclista Koren e il ds Bozic. Le presunte violazioni riguardano la stagione 2012 e 2013. 

Il team sostiene rigorosamente la politica di doping a tolleranza zero e ha pertanto sospeso provvisoriamente entrambi i membri interessati. 

 Vorremmo sottolineare che entrambi i casi riguardano le stagioni 2012 e / o 2013. Il team esegue sempre controlli medici approfonditi (incluso il controllo del passaporto biologico) di qualsiasi nuovo ciclista. Il team non commenterà il caso fino a quando le procedure formali non saranno definitive e vincolanti“.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery