Ciclismo – Nuovo scandalo Doping, coinvolto anche Petacchi: “trasfusioni di sangue? Mai fatte! Torno a casa per fare chiarezza”

alessandro petacchi VINCENT CURUTCHET

Alessandro Petacchi saluta il Giro d’Italia: l’ex ciclista italiano torna a casa per studiare le carte dell’inchiesta Aderlass e difendersi dalle accuse di doping

Un nuovo scandalo doping ha colpito il mondo del ciclismo, proprio mentre nelle strade della nostra terra si corre la 102ª edizione del Giro d’Italia. Dall’inchiesta Aderlass nata in Germania, tra i nomi coinvolti in uno scandalo di trasfusioni di sangue, spicca anche quello di Petacchi, ex ciclista italiano, attuale commentatore tv.

Petacchi ha deciso di fermarsi e tornare a casa, abbandonando così il suo ruolo al Giro d’Italia, per capire come difendersi dalle accuse del dottor Schmidt, secondo il quale anche il ciclista italiano ha adoperato il metodo delle trasfusioni di sangue per avere un vantaggio in gara.

Foto SportFair/Simone Pizzi

Io questo medico tedesco non l’ho mai conosciuto, non ho mai sentito parlare di lui e non gli ho mai parlato. E non ho mai fatto trasfusioni di sangue. Non riesco a capire come il mio nome possa essere entrato in questo dossier. Ho ricevuto la lettera dell’Uci con le accuse. Ho chiamato il mio avvocato, devo preparare la difesa entro sette giorni. Vado a casa per fare chiarezza e spero di tornare il prima possibile, perché vorrebbe dire che ho chiarito tutto. Voglio ringraziare la Rai e il direttore di RaiSport, Auro Bulbarelli, che mi hanno fatto lavorare in regia“, ha dichiarato alla ‘rosea’ il 45enne, che durante la sua avventura alla Milram, dal 2006 al 2008, era seguito dal dottor Sprenger e non da Schmidt.

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Rita Caridi (34142 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery