Bale shock, la gabbia dorata del calcio: “siamo robot, le squadre controllano le nostre vite. Ci impongono qualsiasi cosa”

JAVIER SORIANO / AFP / LaPresse

Dichiarazioni shock rilasciate da Gareth Bale nelle ultime ore: il calciatore gallese porta alla luce l’insoddisfazione per le troppe pressioni, i ritmi frenetici e il poco controllo della propria vita da calciatore

Cosa vuoi fare da grande? Il calciatore. Questa frase l’abbiamo detta, o l’abbiamo sentita dire probabilmente tutti. Trasformare la passione per il pallone in un lavoro, guadagnare soldi a palate, vestire la maglia della propria squadra del cuore o quelle dei più gloriosi club e segnare i gol che scriveranno la propria leggenda… sogni, forse legati al disincanto della tenera età. Entrare nell’elitè del calcio non è poi così bello come appare dal di fuori. Lo assicura Gareth Bale che a ‘State of Play’, film di BT Sports che andrà in onda mercoledì in Spagna, descrive il calcio come una sorta di ‘gabbia dorata’, limitante e alienante: “è come se fossimo robot: nel calcio, soprattutto di un certo livello, non è come in altri sport, ad esempio il tennis o il golf, che si può decidere come organizzare il proprio calendario degli impegni. Quando si parla di squadra, siamo comandati: ci viene imposto dove andare, a che ore trovarci, che cosa e quando dobbiamo mangiare, a che ore incontrare l’allenatore, eccetera. È come aver perso la propria vita, in un certo senso. Non possiamo più scegliere quello che vogliamo, quando lo vogliamo. Però è corretto ricordare anche che è giusto fare certi sacrifici, sapendo che la carriera calcistica è molto breve. Quando sei bambino hai tanti sogni e pensieri per la testa, ti diverti con i coetanei e ridi con loro; nel momento in cui arrivi all’élite subentrano pressioni di ogni tipo, la gente continua a parlare di te e spesso negativamente. Si perdono tutti i valori puerili”.

Valuta questo articolo

3.0/5 da 2 voti.
Please wait...
About Mirko Spadaro (15404 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery