MotoGp, Dovizioso tra gioie e dolori: buon secondo posto ma “dobbiamo fare di più!”

dovizioso AFP/LaPresse

Andrea Dovizioso ha parlato del suo secondo posto al Gp di Francia, alle spalle del suo rivale Marc Marquez che è parso più in palla

Dopo il secondo posto al Gp di Francia, Andrea Dovizioso si è presentato ai microfoni di Skysport per parlare della gara appena conclusa. Un Dovi un po’ abbattuto per non essere riuscito a competere con Marquez, ma il sorriso per il secondo posto c’è eccome: “i secondi posti servono eccome, però c’è secondo e secondo. Non avevamo tutto sto feeling da pensare in grande, ma alla fine è andata bene e sono contento. Però non basta perchè Marquez è più forte al momento ma di poco e noi abbiamo margine per migliorare. Ero veloce ma non come mi aspettavo, dunque non sono contentissimo, inoltre abbiamo consumato molto la gomma. Battaglia con Petrucci? E’ stata molto bella, lui bravo a non far follie. Positivo doppio podio Ducati. Lui non può far calcoli perchè deve portare a casa risultati, ha lottato al massimo delle sue possibilità senza farsi strani pensieri. Vado al Mugello per vincere, anche perchè Marc lì non è stato incisivo nelle ultime stagioni. Io cercherò la vittoria ma occhio alle Yamaha. Quanto sei forte dipende dagli avversari. Io sono migliorato ma anche gli altri, è questo il punto, la Honda ha fatto un altro step in avanti”.

dovizioso

AFP/LaPresse

In una seguente intervista riportata da ‘Motorsport’ Dovizioso ha aggiunto: “se non ci fosse Marquez, avrei vinto due Mondiali (ride)! Ma Marc c’è e quindi non basta. Prendiamo il positivo di questo weekend, che è la gestione della gara, perché non credo che avessimo il ritmo per fare secondi. E’ la conferma che in gara possiamo fare sempre qualcosa di importante, ma la vogliamo guardare da un altro punto di vista e studiare quello che non sta funzionando come vorremmo. Dobbiamo capire se c’è qualcosa che possiamo migliorare, perché i numeri di Marc sono importanti, inoltre riesce a gestire e vincere in situazioni molto differenti. 

Non basta quello che abbiamo: stiamo facendo bene, ma non a sufficienza per portarci a casa il campionato. Siamo riusciti a fare sempre punti importanti e siamo lì, ma non basta. Adesso andiamo al Mugello, su una pista che ci aiuterà ad essere più vicini, ma non è fare un risultato importante che ci farà essere più vicini nella corsa al titolo. Dobbiamo trovare qualcosa in più.

Le gare dicono sempre la verità e stanno dicendo che le Suzuki e le Yamaha sono più competitive e ci sono anche loro per il campionato. Anche Marc ha più potenza e sta facendo la differenza con il telaio nuovo della Honda. Però queste cose non le potevamo sapere prima dell’inizio del campionato. Speravamo di essere più vicini, ma non siamo lontani, quindi adesso è importante non perdere la calma, che è un ingrediente fondamentale per trovare delle soluzioni. Il bilancio comunque è positivo, perché va fatto sui risultati.

AFP/LaPresse

Marquez marziano? Anche se fosse un marziano, noi vogliamo vincere il campionato. Quindi se fosse un marziano o no, per noi non cambia molto la situazione in questo momento Siamo umani e tutti sono battibili. Lo sa bene anche Marc, che ci ha sbattuto il muso nel 2015, dopo che nel 2014 si era sentito imbattibile. Questo però non vuol dire che sia facile. Marquez come Stoner? Quello credo che sia estremo come paragone. Quello che era successo alla Ducati con Stoner era molto di più di quello che c’è in questo momento tra Marc e le altre Honda.

Al Mugello ci giochiamo la vittoria, ma mi aspetto le Yamaha particolarmente forti e mi aspetto anche Marc a lottare davanti. A differenza di altri anni, quest’anno sarà difficile fare la differenza per la Ducati. Poi già l’anno scorso Valentino ha fatto una gara molto veloce e ci era arrivato vicino. Poi Marc si diverte a provare a vincere le gare in cui parte sfavorito“.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
About Francesco Gregorace (9968 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 28 maggio del 1987, giornalista pubblicista dall'anno 2017


FotoGallery