Torino, il presidente Cairo non si pone limiti: “serve un sprint importante, per la Champions ci siamo”

cairo serie a LaPresse/Fabio Ferrari

Il presidente del Torino ha parlato degli obiettivi del club, sottolineando come l’obiettivo Champions non sia affatto precluso

Più che pensare ad un obiettivo europeo conta pensare partita per partita, e lo facciamo anche oggi. Per la Champions, davanti a noi c’è un’Atalanta che va fortissimo e poi ci sono Milan e Roma. Dobbiamo giocare tutte le partite con la stessa voglia e la stessa determinazione che serve per fare risultato. Poi alla fine conteremo i punti e vedremo dove saremo“.

Campo/LaPresse

Andare avanti guardando giornata dopo giornata, è la filosofia del presidente del Torino, Urbano Cairo, in vista del rush finale del campionato che vede i granata in corsa per un posto nelle prossime coppe europee. “La squadra c’è e il mister è fortissimo ma mancano ancora cinque partite. Serve un crescendo per ottenere un grande obiettivo, uno sprint importante“, prosegue Cairo ai microfoni di radio Montecarlo Sport. “Stiamo facendo un buonissimo girone di ritorno – continua Cairo – siamo tra le prime 4, abbiamo messo a punto la squadra con una difesa che sta facendo cose eccellenti, 29 gol subiti, un record per noi, da ventisette anni non facevamo così. Belotti ha ripreso a segnare, la squadra è tutta compatta, Mazzarri ha fatto un lavoro splendido. Sono molto contento di lui, si vedono i risultati“. Cairo traccia poi un bilancio della sua presidenza: “sono al Toro da 14 anni, ci sono stati momenti meno belli, vedi il 2009 quando retrocedemmo, anche per decisioni arbitrali negative. Fu colpa anche mia, perché feci degli errori. Poi ritornammo in A con Ventura e ora viviamo anni molto belli. Siamo stabilmente dalla parte sinistra della classifica e lottiamo per qualcosa d’importante. Le promesse le ho mantenute e spero di fare ancora meglio. Non dobbiamo mai porci limiti“. (Int/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery