Rigore inesistente per la Lazio, Sassuolo furibondo: “devono dirci se hanno cambiato le regole”

Massimo Paolone/LaPresse

Lazio avvantaggiata da un calcio di rigore inesistente durante la gara contro il Sassuolo: De Zerbi furibondo nel post gara

Ancora una volta siamo costretti a parlare di Var e di decisioni davvero molto controverse da parte degli arbitri della nostra Serie A. Ieri non è stato concesso un rigore netto al Milan, oggi in un’occasione simile è avvenuto un disastro. Si è trattato sempre di un cross dalla destra effettuato da un calciatore della Lazio, sul cross Locatelli ha dapprima preso la palla col fianco e poi col braccio. Le indicazioni solitamente portano a non concedere rigore nel caso in cui la palla tocchi un’altra parte del corpo prima di finire sul braccio. Stavolta invece non è stato così ed il Sassuolo ha fatto sentire la propria voce.

Le parole di De Zerbi riportate da Sportmediaset sono davvero dure: “Oggi è successa una cosa grave perché si è ribaltato il regolamento. Quando la palla tocca prima un’altra parte del corpo e poi il braccio non è rigore. Questa è la regola e se si va contro le regole succede qualcosa di molto grave. Il regolamento è chiaro, non è mai rigore, e non vorrei che siccome molti ci considerano già salvi il torto che abbiamo subito abbia meno valore. Noi non ci lamentiamo mai, ma oggi è davvero brutto subire questa ingiustizia. È un fatto oggettivo e dà molto fastidio. Il braccio era largo ma prima tocca la gamba, se vogliono cambiare le regole prima devono farcelo sapere“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Francesco Gregorace (9968 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 28 maggio del 1987, giornalista pubblicista dall'anno 2017


FotoGallery