Pallavolo – Playoff Scudetto Serie A1 femminile, la Igor stende Scandicci e raggiunge l’Imoco in finale

FILIPPO RUBIN

La Igor Gorgonzola Novara è la seconda finalista, a Siena batte 3-2 la Savino Del Bene Scandicci in una stupenda Gara-4

La Igor Gorgonzola Novara è la seconda finalista dei Play Off Scudetto della Samsung Volley Cup. A Siena, nella Gara-4 di semifinale contro la Savino Del Bene Scandicci, le azzurre di Massimo Barbolini vincono per 3-2 un match sensazionale, contraddistinto anch’esso come tutto il resto della serie da continui saliscendi, al termine dei quali sono le piemontesi a festeggiare: 21-19 il risultato di un tie-break emozionante, che lancia Paola Egonu (38 punti) e compagne alla terza Finale Scudetto consecutiva ma rende merito alle toscane di Carlo Parisi, che in tutti i modi hanno cercato di prolungare la contesa a Gara-5 e rompere il dominio di Novara e dell’Imoco Volley Conegliano, che 24 ore prima aveva ottenuto la qualificazione grazie al triplo successo sulla Saugella Team Monza.

Saranno proprio le ‘solite’ Igor Gorgonzola Novara e Imoco Volley Conegliano a contendersi il tricolore: la stessa finale che ha assegnato gli ultimi cinque trofei italiani (le Supercoppe Italiane 2017 e 2018, le Coppe Italia 2018 e 2019 e la Finale Scudetto della scorsa stagione); la stessa finale che consegnerà il prossimo 18 maggio la CEV Champions League. Dal primo maggio sarà spettacolo.

La cronaca

La Savino Del Bene Scandicci sceglie il 6+1 consueto con Malinov-Haak sull’asse palleggiatore-opposto, al centro Adenizia-Stevanovic, in banda Capitan Bosetti e Vasileva con Merlo libero. Barbolini risponde con Carlini al palleggio opposta ad Egonu, Veljkovic-Chirichella al centro, Bartsch e Plak come schiacciatrici e Sansonna come libero. Novara parte a tutta con Egonu e l’ace di Bartsch (0-3). Sullo 0-5 Adenizia sigla il primo punto locale. Haak raddoppia, ma Veljkovic fa il 2-6. Vasileva trova una parallela splendida (3-6), ma Novara continua a macinare con il turno di servizio di Egonu (4-9).

La stella della nazionale manda fuori il servizio, ma Chirichella riporta il punteggio sul +6 (4-10). La stessa poi firma il 5-12 con un ace. Bosetti suona la carica con un pallonetto (8-12). Haak attacca la zona di conflitto (9-13) e Stevanovic trova una fast sulla riga (12-15). La svedese poi però manda fuori (12-17) e Novara allunga sul 13-20 costringendo Parisi a cambiare Caracuta con Malinov e Haak con Kosheleva. La russa firma il quattordicesimo punto Savino, ma le ragazze di Barbolini sono una furia e si portano sul 15-23. Il set si chiude con un servizio sbagliato sul 16-25.

La partita è tesa. Il popolo di Scandicci anche. La situazione di pareggio continua fino al 3-3 quando Bosetti trova il punto del sorpasso. Egonu commette fallo (6-3) ma poi l’Igor riparte proprio con l’azzurra (7-6). Punto a punto, Haak va in parallela (10-8) ma Plak è in forma, proprio come in Gara 3. Haak commette fallo (11-11), ma proprio la svedese firma il 13-11. Sul +4 scandiccese Barbolini prende tempo e Bartsch riconsegna il servizio nelle mani di Novara. Stevanovic fa alzare tutto il palazzetto e Haak firma il +5 (18-13) costringendo Barbolini ad un altro time-out. Bisconti subisce un ace per il 18-15 e Parisi emula l’allenatore avversario. Haak spara fuori ed Egonu accorcia ancora (18-17). La giovane svedese fa il 20-17, Plak è imprecisa (22-17) e sempre la diciotto piemontese porta sul -3 il gap. Haak arma il braccio, ma Chirichella risponde (23-20). Egonu mette out il servizio e Vasileva chiude sul 25-21.

Il terzo set si apre come il secondo, punto a punto. La Savino prova la fuga, Egonu risponde (5-3) ma Stevanovic spara forte (6-4). Chirichella serve out e Haak spara là, dove nessuno può arrivare, per l’8-6. Novara è lì ma Bosetti manda fuori tempo tutti, costringendo al time-out Novara (11-8). Stevanovic fa capolino dalla rete per due volte (14-10) e Barbolini sul 15-10 ferma tutto. Plak tira una bomba fuori (16-11) e Stevanovic firma il 17-11. Adenizia sul diciassettesimo punto decide di prendere la scala e piazzare due murate splendide (19-12). Novara rientra cambiando Bartsch e Carlini per Nizetich e Camera ma un fallo fa sognare Scandicci. Il finale è una discesa continua con Vasileva che chiude (25-13).

C’è tensione (2-2), Vasileva sbaglia il servizio ma è pari a quota cinque, Haak manda fuori e Chirichella allunga (5-8). Adenizia però fa -1 (7-8). Haak pareggia ma Novara torna a servire. Sul +2 piemontese Haak scalda Scandicci e costringe Barbolini a fermare tutto. La partita è punto a punto dal 10-10, le squadre sono stanche e a segno va sempre chi sbaglia meno. Stevanovic stampa un muro in faccia a Veljkovic (14-13), ma Egonu ribalta tutto nuovamente. La stessa allunga sul 15-17 e costringe Parisi a far respirare la squadra. Egonu ancora la mette “in the box” e Veljkovic trova l’ace del 15-19. L’Igor è sul +5 con la cannonata di Egonu e Parisi ferma nuovamente tutto. Con sei punti gap Parisi opta per il doppio cambio Caracuta-Kosheleva per Malinov-Haak. Veljkovic trova un altro ace (15-22). La emula Stevanovic (17-22), ma poi sbaglia consegnando il 23esimo punto a Novara. Haak accorcia con Malinov in battuta ma Plak consegna il set point a Novara. Vasileva c’è (19-22) e Barbolini ferma il recupero scandiccese prendendo tempo. Novara chiude il set con una murata su Vasileva e si va all’ennesimo tiebreak.

Nel set corto apre le danze Novara ma la Savino risponde (3-2). Bartsch ribalta (3-5) ed allunga ancora in diagonale (4-6). Bosetti suona la carica e Vasileva pareggia. Egonu costringe Scandicci al cambio di campo 6-8. Adenizia va in primo tempo (7-8) e Bosetti trova la parallela che porta il pari costringendo Barbolini a fermare nuovamente il gioco. Novara commette fallo, poi Egonu trova il pari; ma Adenizia segna ancora. Una incomprensione rimanda Veljkovic al servizio, ma Vasileva trova il pallonetto. Parisi inserisce Caracuta per Bisconti ma è sempre Egonu che schianta il pallone con una facilità estrema. Sempre l’azzurra riporta il vantaggio alle piemontesi. Sul +3, la Savino pareggia e poi recupera fino al 15-14. Novara c’è e non molla mai. Orchestra Malinov per lo splendido diagonale di Vasileva per il 16-16. Sul 17-16 Scandicci, torna Egonu alla carica e consegna a Nizetich una palla pesantissima ma Scandicci c’è ancora. Il pari continua fino al 19-19 quando Egonu chiude la gara definitivamente.

Massimo Barbolini, coach Igor Gorgonzola Novara: “Complimenti alle ragazze che hanno dimostrato di avere qualcosa in più della semplice tecnica, chiudendo un tie-break infinito e un match durissimo contro una grande squadra. Abbiamo conquistato la quarta finale stagionale ed è un risultato fantastico, ora ci tocca una sfida contro un avversario eccezionale e lavoreremo in questi giorni per arrivarci al meglio“.

Celeste Plak, schiacciatrice Igor Gorgonzola Novara: “Da quando sono arrivata a Novara, questa è l’ottava finale che raggiungo e per il terzo anno consecutivo giocheremo la finale per lo Scudetto. Sono orgogliosa e felice, anche per essere riuscita a dare al meglio il mio contributo anche oggi. La finale? Con Conegliano è una sfida infinita, è la dimostrazione che siamo le due squadre più forti e sarà bello misurarsi con loro per cercare di vincere altri trofei“.

Carlo Parisi, coach Savino Del Bene: “Alla fine c’è mancata lucidità, abbiamo dato fondo a tutte le energie fisiche e mentali. Quando dal 14-11 siamo arrivati al match point ho avuto più di una speranza. Voglio fare i complimenti a tutti, perché tutti hanno dato tutto. Personalmente voglio ringraziare tutte le giocatrici, sono state encomiabili in ogni occasione, mando loro un abbraccio affettuoso. Sarebbe stato bello finire alla quinta ma purtroppo è andata così“.

IL TABELLINO
SAVINO DEL BENE SCANDICCI – IGOR GORGONZOLA NOVARA 2-3 (16-25 25-21 25-13 21-25 19-21) – SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Bosetti 13, Ferreira Da Silva 7, Haak 24, Vasileva 14, Stevanovic 10, Malinov 4, Merlo (L), Kosheleva 1, Bisconti, Caracuta, Milenkovic. Non entrate: Papa, Mitchem, Zago, Mazzaro. All. Parisi. IGOR GORGONZOLA NOVARA: Bartsch 12, Veljkovic 8, Egonu 38, Plak 15, Chirichella 9, Carlini 4, Sansonna (L), Camera 1, Piccinini, Nizetich, Bici. Non entrate: Stufi, Zannoni. All. Barbolini. ARBITRI: Zavater, Saltalippi. NOTE – Spettatori 1400, Durata set: 25′, 28′, 23′, 28′, 26′; Tot: 130′.

PLAY OFF SCUDETTO
IL TABELLONE

(1) Imoco Volley Conegliano – (4) Saugella Team Monza 3-0
(2) Igor Gorgonzola Novara – (3) Savino Del Bene Scandicci  3-1

I RISULTATI DELLE SEMIFINALI
Gara-1
Giovedì 18 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Savino Del Bene Scandicci – Igor Gorgonzola Novara 3-2 (25-16 15-25 25-17 23-25 15-12)
Venerdì 19 aprile, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Saugella Team Monza – Imoco Volley Conegliano 0-3 (16-25, 14-25, 16-25)

Gara-2
Sabato 20 aprile, ore 18.00 (diretta Rai Sport + HD)
Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci 3-1 (27-25 25-18 23-25 25-19)
Domenica 21 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Imoco Volley Conegliano – Saugella Team Monza 3-0 (25-19 25-12 25-22)

Gara-3
Lunedì 22 aprile, ore 16.00 (diretta Rai Sport + HD)
Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci 3-2 (14-25 25-22 23-25 25-18 15-11)  
Martedì 23 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Imoco Volley Conegliano – Saugella Team Monza 3-1 (22-25 25-20 25-19 25-14)

Gara-4
Giovedì 25 aprile, ore 18.30 (diretta Rai Sport + HD)
Savino Del Bene Scandicci – Igor Gorgonzola Novara 2-3 (16-25 25-21 25-13 21-25 19-21)

IL PROGRAMMA DELLE FINALI
Gara-1
Mercoledì 1 maggio, ore 18.00 (diretta Rai Sport + HD)
Igor Gorgonzola Novara – Imoco Volley Conegliano

Gara-2
Sabato 4 maggio, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Imoco Volley Conegliano – Igor Gorgonzola Novara

Gara-3
Lunedì 6 maggio, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Imoco Volley Conegliano – Igor Gorgonzola Novara

Ev. Gara-4
Venerdì 10 maggio, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Igor Gorgonzola Novara – Imoco Volley Conegliano

Ev. Gara-5
Domenica 12 maggio, ore 18.00 (diretta Rai Sport + HD)
Imoco Volley Conegliano – Igor Gorgonzola Novara

LA FORMULA
quarti di finale (1^ vs 8^, 4^ vs 5^, 2^ vs 7^, 3^ vs 6^) si sono disputati al meglio delle tre gare, con Gara-1 sul campo della peggiore classificata e Gara-2 e l’eventuale spareggio sul campo della squadra meglio classificata.

Le semifinali, con accoppiamenti da tabellone, si disputeranno al meglio delle cinque gare con Gara-1 e l’eventuale Gara-4 in casa della peggiore classificata e Gara-2, Gara-3 e l’eventuale Gara-5 sul campo della squadra meglio classificata.

La finale si disputerà anch’essa al meglio delle cinque gare, con Gara-1 e l’eventuale Gara-4 sul campo della peggiore classificata e Gara-2, Gara-3 e l’eventuale Gara-5 sul campo della squadra meglio classificata.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery