MotoGp – Valentino Rossi ‘studia’ la classifica del campionato: “situazione equilibrata solo perchè Marquez è caduto”

valentino rossi AFP/LaPresse

Valentino Rossi e i favoriti per il titolo del campionato mondiale di MotoGp, il pilota di Tavullia pronostica i suoi diretti rivali

Dopo il secondo posto in Texas, Valentino Rossi può fare un mini-bilancio del suo inizio di stagione. A seguito di appena tre round del Motomondiale, il pilota di Tavullia si trova al secondo posto della classifica del campionato mondiale di MotoGp, dietro solo ad Andrea Dovizioso. Il motociclista della Yamaha però non sottovaluta i suoi diretti avversari al titolo e ne parla ai microfoni di ‘Marca’.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Marquez è ancora il favorito, perché in Qatar è stato secondo, in Argentina ha dominato e ad Austin avrebbe vinto se non fosse caduto. – ha chiosato il nove volte campione del mondo – Quindi sì che è ancora il favorito. Ci sono quattro piloti di quattro team diversi nei primi quattro posti della classifica mondiale, quindi adesso tutto è molto uniforme. Può capitare perciò che qualcuno come Dovizioso sia lasciato di Q2. Questa uguaglianza è un bene per il campionato, ma bisogna anche dire che la situazione è altrettanto equilibrata perché Marquez è caduto. In caso contrario, Marc sarebbe alla guida del campionato di MotoGP “.

valentino rossi

AFP/LaPresse

“Credo che Rins è un contendente al titolo, perché non è stato bravo solo in una gara. – ha aggiunto Valentino Rossi – Era forte nella seconda metà della scorsa stagione. Normalmente sta sempre davanti. E ‘sempre veloce nelle corse, anche quando ha avuto problemi in allenamento. Sono contento di questo, perché siamo più o meno sulla stessa barca! Rins guida in modo intelligente, è molto tranquillo, questo è molto importante per salvare la gomma nella seconda parte della gara. In breve, è molto difficile da superare”. 

“Il mio obiettivo è di combattere per la vittoria in tutte le gare, proveremo tutto quello che abbiamo, perché siamo qui per questo, per essere sempre competitivi. A Jerez negli ultimi due anni è stato un circuito molto difficile per Yamaha, sarà un test importante per vedere se siamo davvero competitivi”: ha concluso il Dottore.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery