Coppa Italia, poco spettacolo e tanta grinta: la Lazio è la prima finalista, Milan al tappeto!

  • Spada/LaPresse

    Spada/LaPresse

  • Spada/LaPresse

    Spada/LaPresse

  • Spada/LaPresse

    Spada/LaPresse

  • Spada/LaPresse

    Spada/LaPresse

  • Spada/LaPresse

    Spada/LaPresse

  • Spada/LaPresse

    Spada/LaPresse

  • Spada/LaPresse

    Spada/LaPresse

  • Spada/LaPresse

    Spada/LaPresse

  • Spada/LaPresse

    Spada/LaPresse

  • Spada/LaPresse

    Spada/LaPresse

/

Coppa Italia 2018-19, Lazio in finale contro la vincente dello scontro tra Atalanta e Fiorentina: Milan annichilito di fronte ad un San Siro gremito

E’ la Lazio la prima finalista della Coppa Italia 2018-19, attende ora di conoscere l’avversaria che verrà fuori dallo scontro tra Atalanta e Fiorentina. La squadra di Simone Inzaghi, dopo lo 0-0 dell’andata contro il Milan, è andata ad espugnare San Siro con una gara praticamente perfetta. Lo spettacolo è stato a dir poco latitante questa sera al Meazza, ma la tattica laziale per portare a casa il pass per la finale è stata ben messa in atto, grazie anche all’enorme grinta messa in campo dalla squadra ospite, forse spronata dal gestaccio di Kessiè e Bakayoko nell’ultimo scontro di campionato. Nello 0-1 odierno si può ben dire che la Lazio non abbia sofferto quasi mai le avanzate rossonere, colpendo in contropiede come da “programma” pre-partita di Inzaghi. Il match winner è stato Correa nel secondo tempo di gioco, il migliore in campo probabilmente con le sue accelerazioni che hanno fatto a fette la retroguardia milanista. Una vittoria importantissima per Inzaghi e soci che dunque potranno giocarsi in casa la vittoria del trofeo, ma si giocheranno anche l’approdo all’Europa League tutt’altro che certo al momento guardando la classifica. Il Milan dal canto suo ha perso la ghiotta occasione di portare a casa la Coppa Italia, adesso dovrà tuffarsi a capofitto sulla conquista del quarto posto in campionato che varrebbe la Champions League. Serata calcisticamente non indimenticabile come detto, ancor peggio si è visto tra i tifosi laziali prima e dopo la gara. Dallo striscione in favore di Mussolini, sino ai cori razzisti contro Bakayoko che hanno rischiato di far interrompere la gara, se ne sono viste di ogni.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery