Juventus con testa (e uomini) all’Ajax: balzo salvezza per la Spal, festa scudetto rimandata

  • Massimo Paolone/LaPresse

    Massimo Paolone/LaPresse

  • Massimo Paolone/LaPresse

    Massimo Paolone/LaPresse

  • Massimo Paolone/LaPresse

    Massimo Paolone/LaPresse

  • Massimo Paolone/LaPresse

    Massimo Paolone/LaPresse

  • Massimo Paolone/LaPresse

    Massimo Paolone/LaPresse

  • Massimo Paolone/LaPresse

    Massimo Paolone/LaPresse

  • Massimo Paolone/LaPresse

    Massimo Paolone/LaPresse

/

Altri che festa scudetto, la Juventus è caduta sul campo della Spal rimandando l’ufficialità del successo in campionato: ancora in rete Kean

La Juventus oggi non era la Juventus. Inutile nascondersi dietro un dito, la squadra di Allegri aveva la testa e non solo già alla gara che giocherà martedì contro l’Ajax. I bianconeri si sono presentati all’incontro con la Spal ricchi di seconde linee ed anche esordienti in Serie A e calciatori della Primavera, data anche la vittoria dello scudetto di fatto acquisita. Dopo un primo tempo buono della Juventus caratterizzato dall’ennesima rete di Kean, nel secondo tempo la Spal ha preso il sopravvento trovando dapprima il pari con Bonifazi e poi la rete del 2-1 di Floccari che ha sancito la vittoria spallina. Tra i tanti giovani visti oggi in campo, ha brillato ancora la stella di Kean, il quale sta continuando nel suo ruolino di marcia perfetto fatto di gol e prestazioni di spessore. Quest’ultimo si candida anche per una maglia da titolare contro l’Ajax, visto anche lo scarso impatto di Mandzukic nell’incontro d’andata. Un po’ più impacciati invece altri giovanissimi come ad esempio Kastanos, ancora non pronto per guidare il centrocampo della squadra bianconera.

Massimo Paolone/LaPresse

Se per la Juventus questa sconfitta conta davvero poco, per la Spal si tratta di una vittoria molto importante in chiave salvezza, una vittoria che di certo farà arrabbiare le avversarie dirette della squadra di Semplici. L’aver giocato contro la Juve-3 (neanche Juve-2), ha di certo condizionato l’incontro e forse anche la corsa salvezza. Ma tant’è, sono eventi che capitano a fine stagione, non si può certo fare una colpa ad Allegri di tutto ciò, comprensibile l’atteggiamento del tecnico bianconero data l’importanza della gara di ritorno contro l’Ajax. Spal attualmente a +7 sulla zona retrocessione, un balzo senz’altro di rilievo quello messo a segno oggi vincendo contro la squadra in testa alla classifica. Nelle prossime 24 ore le rivali proveranno a rispondere colpo su colpo.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Francesco Gregorace (9968 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 28 maggio del 1987, giornalista pubblicista dall'anno 2017


FotoGallery