Genoa, lo sciopero dei tifosi continua: i dettagli

prandelli LaPresse/Tano Pecoraro

I tifosi del Genoa continueranno la propria crociata anche nella gara di Ferrara contro la Spal

Sciopero dei tifosi del Genoa che non seguiranno la squadra in trasferta contro la Spal a Ferrara proseguendo la protesta dopo la sfida casalinga con il Torino. I gruppi organizzati della Gradinata Nord e l’Associazione Club Genoani lo hanno annunciato in un comunicato. “Domenica 28 aprile anche in occasione dell’incontro Spal-Genoa ed in segno di coerenza e continuità con una decisione presa che non è stata figlia di un episodio ma di una lunga riflessione, la tifoseria organizzata non entrerà nel settore riservato agli ospiti dello stadio della cittadina estense, rimanendo fuori e lasciando il settore vuoto“, si legge nel comunicato.

Sabato scorso è stato un segnale che deve aver determinato in modo forte e chiaro il messaggio inviato al proprietario ed a i suoi sempre più rari lacchè. Ormai la partita è tra la forza di un popolo e chi usa il Genoa solo per interessi personali, senza nemmeno metterci domenicalmente la faccia“, proseguono i gruppi dei tifosi. “Naturalmente anche a Ferrara, in assenza dei tifosi, non ci saranno striscioni e colori rossoblu sugli spalti. Infine, la settimana prossima, presso la sala chiamata del Porto di Genova, verrà indetta un’assemblea generale, aperta a tutti, dove insieme decideremo quali forme di contestazioni portare avanti in attesa della auspicata liberazione. Oggi più che mai abbiamo bisogno di una tifoseria unita, per il bene del Genoa e del suo futuro, nel rispetto della sua storia. Sempre con il Genoa, mai con Preziosi, il vero ed unico nemico dei gloriosi colori rossoblu”. (Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery