Champions League, Mourinho bacchetta la Juventus: “non hanno rispettato l’Ajax, vi spiego il loro grande errore”

mourinho Fabio Ferrari/LaPresse

Josè Mourinho critica la Juventus dopo l’eliminazione dalla Champions League contro l’Ajax: lo Special One sottolinea gli errori di atteggiamento dei bianconeri

Una delle più grandi sorprese dei quarti di finale di Champions League è stata l’eliminazione della Juventus per mano dell’Ajax. I bianconeri, forti dell’1-1 dell’andata ad Amsterdam, sono stati sconfitti 1-2 a Torino, nonostante il gol iniziale di Cristiano Ronaldo. Nel corso di un’intervista a Russia Today, a Josè Mourinho è stato chiesto di commentare la prestazione dei bianconeri. Mourinho, che in passato ha affrontato l’Ajax con il Manchester United, ha spiegato che il problema della Juventus sia stato tanto legato all’atteggiamento che alla tattica: “con il Manchester United abbiamo dato loro il gioco che non volevano. Noi abbiamo giocato con palle lunge su Fellaini e gioco fisico: hanno fatto fatica. Affrontare l’Ajax cercando di giocare a calcio è rischioso perché in quello sono migliori di te. Penso che arriveranno in finale e con la loro qualità possono vincere. Quando non hai qualità, devi avere un punto di vista basato sulla strategia , dai loro ciò che non vogliono avere. La Juventus è stata una squadra che ha permesso all’Ajax di esprimere il suo pieno potenziale. Li hanno lasciati giocare con la qualità che hanno, con grandi giocatori giovani ma anche con esperienza in Europa League. Prima di questa partita, nessuno li ha realmente rispettati e infatti tutti li hanno lasciati giocare nel modo che preferiscono permettendogli di andare avanti e di accedere alle semifinali. De Ligt? Abbiamo giocato contro di lui due anni fa e sembrava già un giocatore di 26 o 27 anni, molto più esperto. Fisicamente è molto forte. Ora, due anni dopo,è un calciatore fantastico”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery