Belen Rodriguez e Stefano De Martino nei guai con la legge, rischiano fino a tre anni di carcere

LaPresse/Mario Cartelli

Belen Rodriguez e Stefano De Martino accusati di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone e lesioni non gravi: la showgirl ed il ballerino rischiano fino a tre anni di carcere

Non è un periodo tutto rose e fiori per Belen Rodriguez e Stefano De Martino. Il ritorno di fiamma della coppia è stato ufficializzato dall’apparizione della fede al dito di entrambi, ma accanto alle vicende sentimentali, che sembrano andare finalmente a gonfie vele, spunta anche un piccolo intoppo.

L’argentina e il ballerino napoletano sono stati infatti rinviati a giudizio per l’aggressione, datata 2012, ai fotografi Mattia Brandi e Stefano Meloni sull’isola di Ponza. Secondo la ricostruzione dei paparazzi, mentre Belen e Stefano si trovavano su uno yacht insieme a Cecilia Rodriguez e all’allora fidanzato Perez Blanco, i fotografi avrebbero fotografato i presenti sull’imbarcazione, venendo ricambiati dai due uomini con una colluttazione. L’aggressione sarebbe poi culminata nel gesto di gettare in mare la scheda della macchina fotografica, con la quale sarebbero state scattate le poco gradite foto.

Belen Rodriguez, Stefano De Martino e Perez Blanco sono accusati perciò di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone e lesioni non gravi e per questo rischiano fino a tre anni di carcere.  I testi del processo saranno ascoltati per la prima volta il prossimo 13 maggio presso il tribunale di Latina.

 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery