Auto elettriche: vi sveliamo l’unica strada per raggiungere una diffusione capillare

Nuova Nissan LEAF Nuova Nissan LEAF

Facciamo il punto sulla diffusione delle auto elettriche che risulta strettamente legata alla loro autonoma

La maggior parte delle Case automobilistiche stanno iniziando a proporre numerosi modelli a zero emissioni dotati di motori 100% elettrici. L’ostacolo più grande che i Costruttori internazionali devono affrontare per ottenere successo dai loro modelli ecosostenibili è l’autonomia offerta dalle batterie di queste ultime.

Immaginate infatti per un solo momento cosa succederebbe se vetture elettriche prodotte in larga scala e da un prezzo piuttosto accessibile potessero vantare batterie in grado di offrire loro un’autonomia di ben 1.000 km con una sola ricarica. Noi saremmo pronti a scommettere che le vendite delle auto elettriche spiccherebbero letteralmente il volo trascinando tutto l’indotto che si trova intorno a questa tecnologia.

Per ottenere questo ambizioso risultato bisogna giocare con si chiama “densità energetica”, ovvero la quantità di energia che si riesce a stoccare in una determinata massa.  Nonostante fino ad oggi aumentare in maniera esponenziale la densità energetica di una batteria sembrava soltanto uno scherzo della fantasia, una startup svizzera giura di aver compiuto il “miracolo”. Questa azienda chiamata Innolith afferma infatti di aver raggiunto i 1.000 Wh da un accumulatore agli ioni di litio.

Questo incredibile risultato attualmente p stato raggiunto esclusivamente in laboratorio tramite esperimenti e ancora non ha trovato un’applicazione pratica su un vero e proprio veicolo elettrico.

care che tale traguardo per il momento è stato ottenuto in via sperimentale in laboratorio e non risultano applicazioni in alcuna automobile. Un elemento che riporta coi piedi per terra, ma che non toglie nulla alla valenza scientifica della scoperta.

Questa startup ha messo a punto un elettrolita liquido con solvente inorganico (l’elettrolita è il conduttore che permette di generare l’energia all’interno delle batterie) che ha permesso di creare una densità energetica pari a 1.000 wattora per kg. Per il momento non ci sono state prove pratiche, ma Innolith giura che diventerà realtà entro 3-5 anni.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 2 voti.
Please wait...


FotoGallery