Maratona di Roma, dominio etiope nella Capitale: Megertu vince tra le donne mentre Heyi trionfa tra gli uomini

La Megertu lima di un secondo il primato femminile, Heyi precede invece sul traguardo altri due connazionali

L’aveva annunciata alla vigilia e l’impresa è riuscita. Alla 25esima Acea Maratona Internazionale di Roma, corsa per lunghi tratti sotto la pioggia, è caduto il primato femminile dei 42,195 km della Capitale: il risultato di giornata lo ha firmato la 22enne etiope Alemu Megertu, che con 2h22’52” ha limato un secondo al record della manifestazione che resisteva dal 2008 (2h22’53” della russa Galina Bogomolova) e ha abbassato di oltre cinque minuti il personale sulla distanza. Megertu ha preceduto l’altra etiope, più esperta, Muluhabt Tsega, seconda in 2h26’41”, e un’altra connazionale, Chaltu Negesse (2h30’45”). Quarto posto per l’azzurra Laila Soufyane (Esercito) che è rientrata in maratona dopo due anni e mezzo con 2h34’54”.

La doppietta etiope è stata completata dal successo maschile di Tebalu Zawude Heyi, primo sul traguardo dei Fori Imperiali con 2h08’37” davanti agli altri due etiopi Tesfa Wokneth (2h09’17”) e Yihunilign Adane (2h09’53”). L’azzurro Daniele Meucci (Esercito) è stato costretto al ritiro per problemi fisici dopo aver percorso 33 chilometri, e il primo degli italiani al traguardo è stato di nuovo Ahmed Nasef (11°, Atletica Desio) per la terza edizione consecutiva (2h16’57”).

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Ernesto Branca (28152 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.
Contact: Website


FotoGallery