Pallavolo femminile, Millenium Brescia superlativa: sconfitta l’Imoco Conegliano

Pallavolo, l’Imoco Conegliano ha perso sul parquet della Millenium Brescia di fronte ad un pubblico festante nell’ultima gara casalinga della regular season

La Banca Valsabbina saluta il PalaGeorge con una strepitosa vittoria a spese delle campionesse dell’Imoco Conegliano. Sostenute da un pubblico di circa 2500 persone le ragazze di coach Enrico Mazzola superano la formazione veneta capolista e già vincitrice regular season al tiebreak dopo oltre due ore di gara, bissando il successo per 3-2 della gara d’andata. E’ stato un match palpitante, che ha infiammato gli spettatori e alla fine ha premiato il cuore della Millenium, ancora priva di Washington. Ma è stato un incontro anche sfortunato per i registi di entrambe le formazioni: Nel primo set Bechis rimedia una storta che la costringe ad abbandonare il campo zoppicando, e poco dopo anche Di Iulio è costretta a fermarsi per una presunta distrazione al polpaccio.

Mvp dell’incontro è stata nominata Francesca Villani con 20 palloni messi a terra. Ottima anche la prestazione di Jessica Rivero, Yulia Miniuk e Giulia Bartesaghi, rispettivamente autrici di 11, 11 e 10 punti. Top scorer dell’Imoco è stata Samanta Fabris con 24 punti, bene anche Tirozzi.

Prima del fischio d’inizio della gara il comitato territoriale Fipav Brescia ha consegnato due targhe al merito per gli importanti risultati sportivi raggiunti alla Millenium Brescia e ad Anna Danesi, centrale bresciana dell’Imoco Conegliano. Nel 6+1 Brescia schiera Di Iulio opposta a Nicoletti, Villani e Rivero schiacciatrici, capitan Veglia e Miniuk al centro, Parlangeli libero. L’Imoco di coach Saltarelli risponde con Bechis-Fabris in diagonale, Sylla-Tirozzi in posto 4, Danesi-Moretto al centro, Fersino in seconda linea.

Nel primo set la Banca Valsabbina accende i retrorazzi. Villani realizza il 5-1 e le ospiti sono colte di sorpresa. Accorciano con un muro di Sylla su Nicoletti 5-3 ma l’inerzia del parziale è in mano alla squadra di casa che con un ace di Nicoletti si porta sul 9-4. Un muro di capitan Veglia regala il 15-9, costringendo Saltarelli a chiamare già il secondo time out. Sul punteggio di 15-10, l’Imoco ha sostituto Bechis per infortunio (storta alla caviglia), al suo posto Wolosz. La Banca Valsabbina non cala l’intensità di gioco, spinge al servizio e con Rivero trasforma la palla del 18-12; la schiacciatrice spagnola è una vera mattatrice sotto rete. Un attacco out di Fabris regala il 24-14, un attacco out di Tirozzi sigla il 25-15.

Nella seconda frazione di gara la Banca Valsabbina parte con Manig al posto di Di Iulio che accusa dolore a un polpaccio. I primi scambi sono equilibrati, finché due punti consecutivi danno l’allungo alla squadra di casa. L’Imoco Conegliano pareggia con una pipe di Tirozzi, 6-6. La schiacciatrice gialloblù griffa l’ace del 6-8. Mazzola chiama il tempo discrezionale ma non basta a fermare l’inerzia ospite; sul 6-10 il tecnico bianconero chiama il secondo time out a disposizione. Brescia resta in scia della formazione campione d’Italia con Nicoletti che dalla seconda linea segna l’attacco dell’8-11. L’Imoco prova la fuga, 9-15, Brescia accorcia con Veglia, il capitano della Banca Valsabbina risponde con un attacco e due muri. La rimonta della Banca Valsabbina viene bloccata da due attacchi di Tirozzi, 13-17; Mazzola da spazio a Pietersen per Villani, Biava per Rivero, Bartesaghi per Nicoletti. La schiacciatrice olandese tiene vive le speranze bresciane (15-20) ma l’Imoco macina gioco e chiude il set 17-25 con un attacco di Moretto.

Nel terzo set Brescia conferma Manig titolare e si presenta con Pietersen per Villani. Conegliano prende qualche punto di vantaggio, quindi Nicoletti accorcia 5-7. Sylla in mani out realizza il 7-11, la Banca Valsabbina fatica nella manovra e l’Imoco ne approfitta per allungare, 10-16 con Fabris. Mazzola ferma il tempo per riordinare le idee ma non basta, Tirozzi segna il 10-19. Entrano Norgini e Biava, poi Miniuk mura Moretto 13-22 per l’ultima flebile speranza, però la formazione ospite chiude 15-25.

Quarto parziale dove accade letteralmente di tutto. Mazzola rimescola le carte, partendo con Bartesaghi per Nicoletti e Villani con Rivero in 4. L’opposta comasca ingrana bene realizza il 6-6, tuttavia le venete provano a scappare con Fabris, ma colpo di scena un muro su Sylla accorcia il gap (10-11). Brescia resta in scia e un mani-out di Bartesaghi sigla la parità a quota 13; lombarde e venete viaggiano a braccetto, sino al 17-17. Miniuk innescata da Maning porta in vantaggio la Banca Valsabbina ma Conegliano non molla pareggia conti con Fabris, ma è ancora la Valsabbina a volare sull’entusiasmo con Bartesaghi che realizza il 21-19 al termine di un’azione da ping-pong. Tirozzi dai nove metri impatta a 21. Finale di set infuocato sino al 24-23 realizzato da Villani, Sylla annulla la palla set. Il braccio di ferro prosegue sino al 28-26 che porta l’incontro al tie-break.

Nel set corto la Banca Valsabbina parte meglio (5-2) e L’Imoco si trova nuovamente spiazzata e chiama il tempo, nonostante l’interruzione è Brescia a mantenere il vantaggio, con una super Villani. Al cambio campo la squadra di casa conduce 8-3. Attenzione però a Conegliano che riduce le distanze, 10-6. Coach Mazzola ferma il gioco, quindi Villani risponde presente (11-6), ma Fabris si fa sentire di potenza. Alcuni errori di troppo e un attacco stellare permettono all’Imoco di accorciare il divario, 13-12, e di annullare due palle match, 14-14. Brescia getta il cuore oltre l’ostacolo e Villani chiude l’incontro 16-14.

Post partita
Enrico Mazzola (Banca Valsabbina Millenium): “E’ stata davvero una bellissima vittoria! Ho visto ottime cose da chi ha giocato meno durante la stagione e ha avuto l’opportunità di entrare. Un pizzico di rammarico per l’infortunio a Di Iulio che ora andrà valutato insieme allo staff medico. Bravissime tutte le nostre”.

Miriana Manig (Banca Valsabbina Millenium): “Non mi aspettavo di entrare. Ero molto titubante all’inizio, poi grazie alle mie compagne e all’intesa con Bartesaghi sono uscita alla distanza ho espresso poi un gioco sempre meno scontato. Una bella vittoria che vogliamo regalare al nostro fantastico pubblico”.

Banca Valsabbina Millenium Brescia-Imoco Volley Conegliano (25-15, 17-25, 15-25, 28-26, 16-14)

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Biava, Rivero 11, Norgini (L), Manig 1, Di Iulio, Pietersen 6, Villani 20, Parlangeli (L), Washington ne, Bartesaghi 10, Nicoletti 7, Veglia 6, Baccolo ne, Miniuk 11. Allenatore: Mazzola. Assistente: Zanelli.
Servizi vincenti: 4. Attacchi errati: 11. Muri: 11. Attacco: 35%.

Imoco Volley Conegliano: Bechis, De Kruijf ne, Folie ne, Fersino (L), Lowe ne, De Gennaro (L) ne, Danesi 9, Fabris 24, Wolosz 3, Hill ne, Tirozzi 23, Sylla 16, Moretto 7. Allenatore: Daniele Santarelli. Assistente: Alessio Simone.
Servizi vincenti: 4. Attacchi errati: 16. Muri: 6. Attacco: 44%.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery