Roma – La società giallorossa a caccia di un nuovo DS: ecco chi potrebbe essere il sostituto di Monchi

Monchi Alfredo Falcone/LaPresse ALFREDO

La Roma cerca un nuovo DS dopo l’addio di Monchi: il giallorossi pensano ad Ausilio

La Roma è alla ricerca di un direttore sportivo dopo l’addio di Monchi e la promozione ad interim di Frederic Massara. La pista su cui la dirigenza giallorossa sta continuando a lavorare sotto traccia, a quanto apprende l’Adnkronos, è quella che porta all’attuale ds dell’Inter Piero Ausilio, il cui rinnovo con il club nerazzurro, dopo l’arrivo di Beppe Marotta, non è così certo. L’ad dell’Inter potrebbe infatti portare un suo uomo in nerazzurro e supervisionare tutto il mercato, con Ausilio che a questo punto preferirebbe trovare una nuova sfida professionale.

Oltre a quella che porta ad Ausilio restano comunque in piedi, per ricoprire il ruolo di ds, il portoghese Luis Campos del Lille, legato al tecnico Jardim e molto vicino al famoso agente Jorge Mendes, e Gianluca Petrachi ds del Torino che ha un contratto in scadenza con i granata nel 2020. Nessun contatto invece con Massimiliano Mirabelli ex ds del Milan che potrebbe trovare spazio a Bologna. L’influenza degli agenti non è comunque un dato da sottovalutare anche nel mercato dei ds, se Campos è vicino a Mendes, Ausilio è vicino ai fratelli Giuffrida, Gabriele e Valerio sono agenti e intermediari molto influenti sul mercato italiano e polacco e anche amici personali del ds nerazzurro con frequentazioni ad Ibiza e all’Hotel Bulgari di Milano. Come intermediari i Giuffrida hanno fatto molti gli affari sul versante genovese con il Genoa di Preziosi e la Samp di Ferrero, in particolare con giocatori polacchi, ma anche con l’Inter e la Roma, sia per giocatori affermati che per giovani promesse.

Per quanto riguarda invece la panchina, la prima scelta sarebbe Maurizio Sarri che è però legato al Chelsea e Gian Piero Gasperini che non dispiace come profilo e vorrebbe riprovare con una grande piazza. Il futuro della Roma passa però anche dalla qualificazione in Champions League. Senza il quarto posto il club giallorosso sarebbe costretto a cedere pezzi importanti per rimettere apposto il bilancio. I maggiori indiziati sarebbero Manolas, Dzeko e Lorenzo Pellegrini, che consentirebbero plusvalenze importanti. Un discorso a parte merita Niccolò Zaniolo, giocatore su cui ha messo insistentemente gli occhi addosso la Juventus che sarebbe disposta a pagarlo 60 milioni, ma la piazza giallorossa non prenderebbe bene una tale cessione. (Riz/AdnKronos)

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery