Cavaliers, Damon Jones e la zuppa bollente lanciatagli da J.R. Smith: “non ci siamo parlati per 3 mesi, ecco la verità”

LaPresse / Jay LaPrete / AFP

Damon Jones, aiuto allenatore dei Cleveland Cavaliers, ha rivelato la verità in merito al caso della zuppa bollente che costò la sospensione di J.R. Smith durante la scorsa stagione

Un anno fa J.R. Smith venne sospeso dai Cleveland Cavaliers per una partita. Il motivo fu alquanto singolare: il giocatore avrebbe tirato a Damon Jones, un aiuto allenatore della franchigia, una scodella di zuppa! La storia è rimasta all’oscuro di tutti per circa un anno, ma adesso sono emersi alcuni dettagli alquanto scottanti (mai termine fu più appropriato). Intervistato da ESPN, Damon Jones ha fatto luce sull’accaduto: “per molto tempo mi sono rifiutato di parlare dell’incidente della zuppa. Adesso è ok perché sono andato avanti. Io e JR ne abbiamo parlato e lui si è scusato. Ma è stata la scodella e in più la zuppa. Ed era la prima scodella di zuppa presa dalla pentola, quindi era bollente come l’inferno. Finì dappertutto. Ero in piedi e mi colpì sulla spalla, sul braccio, ovunque. Colpì il muro. Era un casino… Tutto quello che ricordo era che la zuppa era sul mio braccio e che bruciava come l’inferno. Non ci siamo parlati per quasi tre mesi. Non una sola parola. E poi mi ricordo, una notte dopo un back-to-back. Eravamo a Philadelphia. Abbiamo parlato, e mi ha detto ‘Sai cosa? I fratelli hanno dei problemi. Mi dispiace, scusami. Andiamo avanti’“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...
About Mirko Spadaro (15399 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery